La Provincia di Biella > Attualità > Pagelle 2019, ecco i primi 12 promossi
Attualità Biella -

Pagelle 2019, ecco i primi 12 promossi

La tradizionale classifica de La Nuova Provincia di Biella

La Nuova Provincia di Biella ha pubblicato, come da tradizione, le pagelle del 2019. Ecco i primi 12 promossi.

Voto 7 – Elena Chiorino, assessore regione

L’ex sindaco di Ponderano è diventata assessore regionale. Responsabile tra l’altro di un assessorato di rilievo, qual è quello delle Politiche per il Lavoro. L’anno trascorso di Elena Chiorino non può però dirsi perfetto a causa dell’inattesa sconfitta nel comune di Ponderano, dov’era sindaco uscente.

Voto 7 – Mauro Masiero, sindaco di Sandigliano

Durante la sua scorsa legislatura ha portato a termine la ristrutturazione del teatro comunale, ha fatto realizzare a tempo zero i lavori nell’edificio che ospita le scuole primarie, trovando una sistemazione momentanea per i bambini, poi ha vinto le elezioni per la seconda volta. Bravo Mauro Masiero.

 

Voto 8 – Benito Rimini, commercialista

A 92 anni sta per conseguire la laurea in Filosofia. La terza della sua esistenza. Per conseguirla gli mancano ancora pochi esami. Benito Rimini, commercialista e professore, è l’emblema di come la Quarta Età vada vissuta in modo sereno e sia anche l’occasione per continue soddisfazioni.

 

Voto 8 – Marco Fulcheri, presidente ANA

Come presidente della sezione biellese ha iniziato il lungo e difficile percorso per portare nel 2022 a Biella l’Adunata nazionale degli Alpini. Per la città sarebbe una prima volta. Il compito organizzativo è immane ma le penne nere sono pronte ad affrontare qualsiasi problema. Speriamo che vada bene.

 

Voto 8 – Cleto Canova, Protezione Civile

Da anni dirige il Coordinamento territoriale di protezione Civile, senza clamori, ma con grande efficacia. Quando c’è bisogno, i suoi uomini sono sempre pronti a dare una mano, come dimostrato anche durante l’ultima ondata di maltempo che ha colpito il Biellese. Sempre presenti, tutti promossi.

 

Voto 8 – Ivano Sighel, ex sindaco

Colpito da un Ictus all’inizio dell’anno, l’ex sindaco di Tollegno Ivano Sighel pian piano si sta riprendendo grazie al suo carattere forte. Circondato dal calore di tutti i suoi concittadini, amici e parenti sta riprendendo in mano la sua vita. Di recente ha anche partecipato ad una festa. Auguri Ivano.

 

Voto 8 – Tony Filoni, sindaco Mongrando

Lo ricordate il libro di Gianfranco Bini “Lassù gli ultimi”? Mai titolo si adatta meglio a Tony Filoni, sindaco di Mongrando, ultimo primo cittadino comunista in una terra ultra-conservatrice. Nonostante la sua colpa politica, continua a essere tra gli amministratori più popolari.

 

Voto 8 – Enrico Moggio, sindaco Cossato

Dopo le due legislature Corradino, il nuovo candidato sindaco del centrodestra di Cossato correva il rischio di andare a sbattere. Invece Enrico Moggio ha vinto, anzi ha stravinto seppellendo di voti chi pensava di riportare ai vecchi tempi la seconda città del Biellese.

 

Voto 8 – Angelo Sacco, Confesercenti

L’appannamento del collega-rivale Mario Novaretti fa sì che il presidente Angelo Sacco di Confesercenti Biella sia il rappresentante più qualificato del commercio cittadino. Come dimostrato, peraltro, dalle diverse manifestazioni organizzate negli ultimi tempi.

 

Voto 8 – Lorenzo Leardi, ex consigliere

L’anno scorso l’ex consigliere regionale di Forza Italia era stato condannato in appello a un anno e sei mesi nell’ambito dell’inchiesta denominata “Rimborsopoli”. Il 2019 gli ha invece portato l’assoluzione con completa riabilitazione. Anno certamente favorevole.

 

Voto 9 – Gilberto Pichetto, parlamentare

E’ una garanzia per il Biellese. Nessuno meglio di lui sa rappresentare gli interessi del territorio. Preparato e coerente, è uno degli uomini più ascoltati da Silvio Berlusconi. Ci piace immaginarlo mentre guarda con sereno paternalismo le esuberanti nuove leve del partito.

 

Voto 9 – Francesco Montoro, società Eurotrend

Ha chiuso l’anno preannunciando la mega fusione tra la sua cooperativa, Eurotrend, e l’Anteo di Luca Tempia Valenta. Un nuovo soggetto da 200 milioni di fatturato e 7.000 dipendenti. Se le sue previsioni si avvereranno ci ricorderemo di Francesco Montoro nel 2020.

 

Leggi anche i primi 12 bocciati dell’anno, il “migliore dell’anno” con gli altri 10 promossi e il “peggiore dell’anno” con gli altri 10 bocciati.

 

© riproduzione riservata