La Provincia di Biella > Attualità > Lavoratori società Manital sono senza stipendio

GDL Casa

Attualità, Casa
0 commenti.

Lavoratori società Manital sono senza stipendio

Interrogazione del deputato Andrea Delmastro

Scritto da: giuliagaiamaretta@gmail.com

Lavoratori società Manital sono senza stipendio

Il deputato biellese Andrea Delmastro ha presentato al Ministero del Lavoro un’interrogazione in merito alla situazione dei dipendenti della società Manital rimasti senza stipendio. La Manital ha vinto l’appalto indetto a livello ministeriale per la pulizia e servizi vari di uffici pubblici presenti in Piemonte  e altre regioni. Per quanto riguarda Biella, l’appalto interessa gli uffici comunali, INPS e tribunale.

 

Ecco il testo dell’interrogazione: “La  società Manital ha ottenuto, tramite Consip, l’affidamento dei servizi tecnico-gestionali e dei servizi operativi di manutenzione, pulizia ed igiene ambientale e altri servizi operativi relativamente agli immobili, prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni;
in particolar modo la convenzione sottoscritta con Consip e denominata Facility Management 3 riguarda i predetti
uffici siti in Piemonte e Valle d’Aosta, Calabria, Sicilia e Roma, con esclusione del 1° municipio,

In relazione al Comune di Biella, alla sede I.N.P.S. di Biella e al Tribunale di Biella si registra il mancato
pagamento ai lavoratori e alle lavoratrici da parte di ManitalIdea spa a far data da aprile 2019;
i sindacati hanno già dichiarato lo stato di agitazione sindacale e il blocco di tutte le prestazioni straordinarie e/o
supplementari;
il sottoscritto è a conoscenza del fatto che tale gravissima situazione si registra non solo nel Biellese;
se i Ministeri interessati siano consapevoli della situazione e, in caso positivo, quali iniziative abbiano assunto o
intendano assumere per tutelare i diritti dei lavoratori e delle lavoratrici e per la prosecuzione dei predetti servizi in
campi sensibili e in uffici pubblici;
se i Ministeri interessati non ritengano di sollecitare gli enti interessati al blocco cautelare dei pagamenti a favore di
ManitalIdea spa e di agire “in surroga” procedendo al pagamento diretto a favore della maestranze”.