Seguici su

Attualità

Il 28 giugno Biella renderà omaggio a Silvio Biasetti

Pubblicato

il

BIELLA – Archiviate le restrizioni più rigide del periodo dell’emergenza Covid, che impedivano di organizzare cerimonie funebri pubbliche per i defunti, oggi è possibile tornare nelle chiese per ricordarli, seppur mantenendo le distanze di sicurezza.
Così è stato per Silvio Biasetti, decano degli alpini scomparso ad aprile, che verrà commemorato domenica 28 giugno, alle 18, nella cattedrale di Santo Stefano, a Biella.
Silvio Biasetti, classe 1913, avrebbe compiuto 107 anni il 2 maggio. Era un vero e proprio personaggio diventato famoso in tutta Italia grazie alle sue immancabili partecipazioni da centenario alle adunate nazionali. Anche l’anno scorso all’oceanico appuntamento di Milano, il grande “vecio” – come l’aveva chiamato lo speaker ufficiale della manifestazione – aveva aperto la sfilata delle penne nere biellesi, davanti a tutti, sorretto dal bastone. L’allora ministra della Difesa Elisabetta Trenta aveva commentato: «È la mia prima volta a un raduno degli Alpini ed è stata una emozione profonda, soprattutto quando ho visto quell’alpino di 106 anni salutare la bandiera, sotto il palco d’onore. Quest’uomo incarna valori che si acquisiscono da giovani e poi rimangono con noi tutta la vita». Con il cappello in testa e il tricolore avvolto al collo, come sempre.
Ancora il 25 aprile 2019 non era voluto mancare alla commemorazione ufficiale della Liberazione nel corso della cerimonia svoltasi sotto i portici di Palazzo Oropa. Unica concessione alla sua veneranda età, una sedia posizionata a fianco del primo cittadino. Ancora qualche mese fa era stato ospite della trasmissione di Raiuno “La vita in diretta” condotta da Tiberio Timperi e Francesca Fialdini.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *