Seguici su

Attualità

Covid, individuato in Piemonte il primo caso di variante svizzera

Pubblicato

il

Covid, individuato in Piemonte il primo caso di variante svizzera

Il laboratorio dell’IRCCS di Candiolo, con la collaborazione del gruppo bioinformatico dell’IIGM (ente di ricerca della Compagnia di San Paolo), ha individuato il primo caso in Piemonte di variante svizzera del Covid-19. L’identificazione è avvenuta su un uomo di 57 anni, residente nel territorio dell’Asl TO4, che aveva già contratto il Covid nello scorso novembre e che è stato testato in quanto contatto di caso positivo. Il contagiato al momento sta bene e non presenta sintomi di rilievo.

La variante svizzera, da non confondersi con la variante indiana rilevata in Svizzera, presenta caratteristiche di alta infettività, sulla tipologia di quella inglese e, come quest’ultima, risulterebbe efficacemente contrastabile con gli attuali vaccini. Si tratta della quarta mutazione virale del Covid-19 riscontrata fino ad ora in Piemonte, dopo quelle inglese (che rimane la prevalente, con una percentuale di diffusione superiore al 90 per cento), brasiliana e sudafricana.

“Manteniamo alta la guardia sulle mutazioni del virus – osserva l’assessore  Luigi Genesio Icardi – e prendiamo atto che il monitoraggio sta garantendo un attento e tempestivo controllo della situazione epidemiologica”.

2 Commenti

2 Comments

  1. Francesca

    25 Aprile 2021 at 10:24

    Ma siete seri variante Svizzera? Io non ho più parole ogni stato ha la sua variante ma com è possibile dai ..è possibile che tutti gli altri stati hanno già riaperto e solo noi siamo ancora qui con coprifuoco chiusure e tutto il resto..qui lo stato sta facendo introiti loro x i loro benefici..gli altri stati hanno messo al primo posto il benessere dei loro cittadini e dei loro lavori ..l Italia e i suoi politici ha messo in primo piano i loro portafogli e al loro benessere e a noi non gliene può fregate niente…Che schifo di paese…

    • Enzo

      25 Aprile 2021 at 21:30

      Non mi risulta che i principali stati vicino a noi abbiano aperto tutto … anzi
      in alcuni hanno aumentato le restrizioni da pochi giorni!
      P.S. Se la nostra Italia Le fa proprio schifo potrebbe andare in INDIA visto che in quel paese non guardano molto alle restrizioni e controlli come sta andando!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2022 laprovinciadibiella.it S.r.l. - P.IVA: 02654850029 - ROC: 30818
Reg. Tribunale di Biella n. 582 del 30/06/2014 - Direttore responsabile: Matteo Floris
Redazione: Via Vescovado, n. 5 - 13900 Biella - Tel. 015 32383 - Fax 015 31834 - Email: laprovinciadibiella@gmail.com