La Provincia di Biella > Attualità > Concessi gli arresti domiciliari all’ex assessore regionale Roberto Rosso
Attualità Fuori provincia -

Concessi gli arresti domiciliari all’ex assessore regionale Roberto Rosso

In carcere da dicembre con l’accusa di voto di scambio politico mafioso

Roberto Rosso dopo circa 7 mesi può uscire dal carcere per tornare a casa dove resterà agli arresti domiciliari. La misura è stata concessa dal Tribunale del Riesame.

Come riportano i colleghi di PrimaVercelli, la notizia è di poco fa (ore 17 di venerdì 3 luglio). Il politico, già parlamentare è indagato per voto di scambio. Il processo comincerà il prossimo 9 luglio nell’aula bunker di Torino.

L’ex assessore regionale è detenuto dal 20 dicembre scorso con l’accusa di voto di scambio politico mafioso nell’ambito dell’inchiesta “Fenice” sulle infiltrazioni della ‘ndrangheta in Piemonte.

La notizia è stata confermata da uno dei suoi avvocati, Giorgio Piazzese.

© riproduzione riservata