Seguici su

Attualità

Caro Babbo Natale, se passi da Biella…

Pubblicato

il

Caro Babbo Natale, se anche quest’anno sceglierai di farci visita vogliamo darti un paio di dritte su come gestire al meglio la notte del 24 dicembre a Biella, valutando bene il percorso che sceglierai, per ottimizzare al meglio il tutto. Ti sconsigliamo la funicolare per recapitare i tuoi doni al Piazzo, rischieresti di rimanerci bloccato almeno fino al 6 gennaio, sai, i vigili del fuoco sono stanchi di far avanti e indietro, lasciamoli riposare; forse solo la Befana potrebbe far qualcosa per te ma l’attesa sarebbe lunga, anche se il panorama merita. Fai attenzione prima di parcheggiare la slitta, nonostante le zone blu gratuite, potresti incappare nell’ennesimo fenomeno Suv-dotato in doppia fila con 4 frecce accese che ti impedirebbe di ripartire per tempo. Scegli bene il percorso, soprattutto il tour in centro, perché se hai giocattoli delicati potrebbe rivelarsi insidioso. Via Lamarmora e via Pietro Micca non sono propriamente adatte e rischieresti, oltre a danneggiare la merce, anche di mettere in difficoltà le tue renne, che si troverebbero costrette a districarsi con gli zoccoli tra sanpietrini divelti e buche.

Claudicando tipo signora con tacco 12 al Ricetto di Candelo, senza dimenticare che giungeresti a destinazione con la metà dei doni da buttare. (Se ti capita buttali pure dove vuoi, lo fanno tutti). Ti consigliamo infine un abbigliamento comodo ma comunque idrorepellente, perché nonostante l’assenza della fiera, la pioggia resta una nostra costante, neanche fossimo il sequel mal riuscito di Blade Runner.
Caro babbo Natale, speriamo di essere stati utili anche se ci sentiamo in dovere di darti ultimo ma non meno importante consiglio, se ti fossi trovato bene nella nostra ridente cittadina, ti preghiamo fortemente di non chiedere la cittadinanza onoraria, senza offesa ma l’ultima volta non siamo riusciti a gestirla troppo bene e siamo stanchi di finire sul Tg nazionale per i motivi sbagliati, sicuri di una tua collaborazione, ti salutiamo e ti invitiamo a trattenerti il meno possibile, senza alloggiare per più di una notte, perché, detto tra noi, abbiamo reintrodotto la tassa di soggiorno per i turisti, per incentivare il turismo, ok ok non ha senso ma cosa pretendi da una città che ha speso 20mila euro per le luminarie natalizie a scapito del contributo per far sopravvivere i piccoli negozi di collina?
Confidiamo nella tua benevolenza (gratuita),
con affetto LBCP.

 

La Biella che piaceVa

 

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *