Seguici su

Attualità

Biella – Piedicavallo, proteste per l’assembramento degli atleti: “Per loro il Covid non esiste?”

Pubblicato

il

Biella – Piedicavallo, proteste per l’assembramento degli atleti: “Per loro il Covid non esiste?”

Si è svolta oggi la Biella – Piedicavallo, manifestazione sportiva che ha visto la partecipazione di centinaia di atleti. Come prevedibile l’assembramento dei partecipanti alla partenza ha scatenato le polemiche dei normali cittadini costretti alle dure regole della zona rossa: “Scusate perchè noi dobbiamo rispettare distanze e quant’altro e questi fanno quello che vogliono? Poi non lamentiamoci se i contagi aumentano”.

Polemiche che sono cresciute d’intensità tanto da provocare l’intervento dello stesso sindaco Claudio Corradino: “Sto sentendo e leggendo molte polemiche in queste ore relative alla corsa podistica. Tengo a precisare che la gara non è stata autorizzata e non necessitava di autorizzazioni da parte del comune di Biella in quanto gara di carattere nazionale organizzata 4nel rispetto dei protocolli attualmente in vigore. I protocolli consentono lo svolgimento di manifestazioni di carattere nazionale come quello che si giocherà tra poco al Forum tra Biella e Mantova così come a breve ripartiranno altri campionati come l’Eccellenza di calcio con la nostra Biellese”.

6 Commenti

6 Comments

  1. GIUSEPPE ALGERINO

    21 Marzo 2021 at 18:17

    Il nostro Sindaco è bravo a “panarsi il c…..”

    • S MARCO

      22 Marzo 2021 at 9:18

      evidentemente non hai capito una minchia

  2. Francesca

    21 Marzo 2021 at 19:07

    Vergognosi qualsiasi persona che organizza gare di qualsiasi sport e i nostri figli a casa da scuola e non possono neanche andare al parco giochi poi vedi qui greggi di pecore a fare gare tutti ammassati.
    Quella gente se si prenderà il covid deve essere l ultima ruota del carro cari miei, perché le gare di sport (qualsiasi esso sia )deve essere l ultimo pensiero VERGOGNA

    • Enzo

      21 Marzo 2021 at 20:46

      Al Forum praticamente gioca ed entra solo gente che ha fatto il Tampone , mentre per correre i più di 300 iscritti hanno solo dovuto presentare un’autodichiarazione che è servita per partecipare e per spostarsi da altre regioni , sono avvenimenti che possono anche attendere e se poi non c’è il tempo si farà meglio il prossimo anno.
      Se il sindaco non può opporsi ci sono anche altre autorità che possono farlo vista la situazione.

  3. Giuliofox

    21 Marzo 2021 at 22:25

    Pesi e misure diverse a secondo della “casta” di appartenenza !

  4. Gabriella

    22 Marzo 2021 at 8:48

    Noi comuni mortali trattati da chi ci ferma come fossimo “criminali”, sempre con autocertificazione da fornire, per quest’ “corridori” nulla. Come al solito in Italia due pesi e due misure.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *