La Provincia di Biella > Attualità > Biella e l’incertezza del lamento
Attualità Biella -

Biella e l’incertezza del lamento

Si preannuncia un’estate davvero insolita in quel di Biella. Ogni certezza accumulata durante l’inverno è vacillata a partire da marzo, con l’arrivo della pandemia. Ad oggi non abbiamo ancora notizie confermate sugli eventi che ci accompagneranno in questi mesi, Bolle di Malto, Reload, feste di paese varie, concerti assortiti, mercatini ecc ecc.
Tutto questo sta creando non poche incertezze nel biellese medio, che ha passato l’inverno a caricarsi mentalmente per potersi poi lamentare delle varie iniziative. Bisognerà assolutamente dargli uno sfogo perché già immaginiamo il sig. Mario che non potrà lamentarsi sui prezzi delle birre, i parcheggi selvaggi in centro e i rumori molesti causati da ben quattro giorni su 365 di Bolle di Malto e che dire della polemica sterile che ogni anno accompagna il Reload, colpevole di essere finanziato in parte dal comune, poco importa che riesca a portare in città artisti di fama e di livello.
Insomma questo Covid-19 ci ha davvero portato via ogni certezza e allora bisogna assolutamente trovare altre valvole di sfogo per permettere al BM di indignarsi.

Antenne 5G (che spesso 5G non sono) che nascono come funghi, militari in Baraggia come negli anni 80 a molestare la fauna locale, dehor in ogni dove ad impedire ai residenti di accedere alla loro abitazione con l’auto. Tutto e il contrario di tutto insomma, perché a noi piace così.
Non ci resta che attendere, vivere giorno per giorno questi mesi, sperando che il buonsenso prenda per una volta il sopravvento sulla voglia di rompere le palle, anche se siamo molto scettici a riguardo, i motivi per lamentarsi inutilmente sono sempre così tanti e il tempo è così poco, ma siamo sicuri che anche quest’anno daremo il peggio di noi.
Sarà comunque dura, soprattutto perché non c’è stato il tempo di allenarsi con il mercato europeo, grande palestra del lamento pre-vacanze. Forza biellesi, crediamo in voi e aspettiamo le vostre lettere disagiate, il Covid ci ha portato via quasi tutte le nostre certezze, almeno voi non deludeteci.
La Biella che piaceVa

© riproduzione riservata

Tag:,