Seguici su

Attualità

Acqua torbida in alcune zone del Biellese, bisogna limitarne l’utilizzo allo stretto indispensabile

Pubblicato

il

Cordar Biella aggiorna gli utenti in merito alle criticità correlate alle condizioni meteorologiche che hanno colpito il territorio biellese dalla giornata di venerdì.

La situazione risulta in netto miglioramento, pur con ancora alcuni disagi dovuti allo stato delle prese. Sul Cervo nella mattinata odierna è in programma un’ulteriore pulizia delle vasche a seguito di accumuli di sabbia e terra; la filtrazione al potabilizzatore di Vaglio è sotto controllo ed il livello di acqua nelle vasche è buono. Sulla presa dell’Antua (Torrente Oropa) permane scarsità d’acqua, sebbene l’impresa di riferimento stia lavorando per aumentare l’accesso.

Sono tutt’ora in corso operazioni di pulizia di tutti i canali e delle vasche.
La filtrazione al potabilizzatore di Cossila è ancora difficoltosa e sono in corso riparazioni per sanare una perdita alla tubazione che alimenta la vasca per la distribuzione al Piazzo.

E’ stato ripristinato il collegamento Enel alla stazione di pompaggio di Zubiena, consentendo la ripresa dell’alimentazione a Biella a pieno regime. Rimarranno in sofferenza ancora per alcune ore, con possibili cali di pressione o assenza di acqua, le zone di Ronco e Pavignano.

Proseguono le operazioni di pulizia sulla presa dell’Elvo; permane basso il livello delle vasche alla Cirenaica di Occhieppo Superiore.

Il potabilizzatore AIV di Cossato resterà fuori servizio finché non migliorerà la qualità dell’acqua proveniente dalla diga di Camandona; al momento pertanto i livelli delle vasche sono bassi in quanto alimentati esclusivamente da altre fonti alternative. La situazione risulta comunque già in miglioramento. Nel pomeriggio si procederà alla ricostruzione del tratto di tubatura di attraversamento del torrente per ripristinare la distribuzione a San Paolo nella frazione Driagno.

Sono pervenute a Cordar alcune segnalazioni relative all’erogazione di acqua un po’ torbida in alcune zone; l’Azienda assicura che i processi di disinfezione sono funzionanti ed a pieno regime, in considerazione però delle ovvie attuali problematiche e difficoltà, si richiede di voler limitare allo stretto necessario e per quanto possibile l’utilizzo dell’acqua.

I tecnici di Cordar affiancati dalle imprese di pronto intervento continueranno a lavorare per risolvere l’emergenza e con l’obiettivo di ripristinare le piene e migliori funzionalità del servizio.

L’Azienda si impegna a fornire tempestivamente eventuali ulteriori aggiornamenti e ringrazia gli Utenti per la collaborazione.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *