Seguici su

Attualità

A Sagliano un drago barbuto è scappato di casa, si è allontanato da un’abitazione vicino al cimitero

L’appello della proprietaria: “E’ assolutamente innocuo, aiutateci a ritrovarlo”

Pubblicato

il

SAGLIANO MICCA – Un “Drago barbuto” si aggira per la Valle Cervo. Ma non c’è da spaventarsi. Praticamente è una grossa lucertola, che può arrivare a circa mezzo metro di lunghezza da adulto, ma non certo aggredire qualcuno. Il suo nome scientifico è “Pogona Vitticeps” ed è in giro dalle parti di Sagliano Micca da martedì scorso, quando è uscita dalla casa di Morena Nuvolone.

«Io e mio figlio Francesco siamo disperati – racconta la donna, quarantenne, che lavora in una casa di riposo della zona -. Chissà dove si trova, adesso. Abbiamo messo tanti annunci sui vari gruppi social, sia quelli specifici per chi smarrisce animali sia quelli legati al Biellese in generale. Per ora, purtroppo, nulla. La maggior parte delle persone ha espresso solidarietà per la nostra situazione, invitandoci a dare il numero di telefono e il maggior numero d’informazioni possibile, con lo spirito di volerci aiutare. Qualcuno invece ha fatto dell’ironia a buon mercato, sostenendo che tra un po’ saremo invasi anche dai coccodrilli…».

E ancora, aggiunge la donna: «Capisco la mentalità social, ma il riferimento è sbagliato. Questo tipo di animale è assolutamente innocuo e può tranquillamente vivere in casa e in presenza di bambini. Si tratta di un animale pacifico, che può essere accarezzato o preso in braccio senza alcun rischio o pericolo. Poi certo un po’ bisogna conoscerlo. Quando si arrabbia, infatti, gli si ingrossa la gola, che diventa anche di colore nero, da qui il soprannome. Basta saperlo…».

La donna racconta così l’uscita di casa dell’animale, comprato alcuni mesi fa: «Era in balcone. Io mi sono spostata in un’altra stanza senza accorgermi che la finestra fosse aperta. E così quando poco dopo sono tornata, lui non c’era più. E’ stata una questione di pochi minuti. Io e mio figlio siamo andati subito in giardino a controllare, ma era sera quindi con pochissime possibilità di trovarlo. Nei giorni scorsi abbiamo continuato a setacciare tutta la zona, partendo da quella vicino al cimitero e al Cappellificio Cervo dove abitiamo, senza risultati. Ovviamente non è un cane o un gatto che risponde alla voce del proprietario, quindi siamo davvero preoccupati di averlo perso. Eravamo affezionati, lo coccolavamo e ci faceva un sacco di compagnia. Adesso chissà dov’è, nascosto tra i boschi o i prati che certo dalle nostre parti non mancano».

Morena Nuvolone dà alcuni consigli se qualcuno si dovesse imbattere nel “Drago”: “E’ sostanzialmente un rettile. Non c’è da aver paura. Se magari a qualcuno fa impressione prenderlo in braccio, può aiutarsi con uno straccio, da mettere sul corpo. Si può quindi depositare dentro una scatola di cartone, dopo quelle da scarpe. E comunque se ci chiamano ( i numeri li abbiamo pubblicati sui social) arriviamo subito».

In caso di avvistamento il numero telefonico da contattare è il 338 – 2000553.
p.l.b.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *