La Provincia di Biella > Senza categoria > “Vita umana, prima meraviglia”: 80 studenti in visita al nido del nuovo ospedale
Senza categoria Circondario -

“Vita umana, prima meraviglia”: 80 studenti in visita al nido del nuovo ospedale

Nei giorni scorsi circa ottanta studenti delle classi quinte dell’Istituto Comprensivo di Vigliano hanno fatto visita al Nido del nuovo ospedale dell’ASL BI, nell’ambito del progetto “Vita umana, prima meraviglia”, giunto alla quarta edizione.

Nei giorni scorsi circa ottanta studenti delle classi quinte dell’Istituto Comprensivo di Vigliano hanno fatto visita al Nido del nuovo ospedale dell’ASL BI, nell’ambito del progetto “Vita umana, prima meraviglia”, giunto alla quarta edizione.

Nei giorni scorsi circa ottanta studenti delle classi quinte dell’Istituto Comprensivo di Vigliano hanno fatto visita al Nido del nuovo ospedale dell’ASL BI, nell’ambito del progetto “Vita umana, prima meraviglia”, giunto alla quarta edizione.

Si tratta di un’iniziativa realizzata, a titolo volontario, da Roberta Spola, pediatra della Struttura Complessa di Pediatria, e da Elisabetta Mosca, ostetrica della Struttura Complessa Ostetricia e Ginecologia dell’ASL BI, su richiesta degli insegnanti delle scuole primarie biellesi. Il progetto si sviluppa in due parti: una lezione teorica che viene svolta a scuola per spiegare come nasce una vita; una visita guidata all’Ospedale per conoscere i reparti dove i bambini vengono alla luce.

Spiega Roberta Spola: «Il progetto nasce con l’intento di far conoscere ai piccoli studenti delle classi quinte le singole tappe che conducono alla nascita di una nuova vita umana, prima meraviglia del mondo. Viene svolta, pertanto, una lezione teorica a scuola e, con l’aiuto di alcune diapositive e di un video, spieghiamo come avviene la fecondazione e lo sviluppo della vita nel grembo materno, fino alla nascita del neonato. L’obiettivo è insegnare che ciascuno di noi è unico ed irripetibile e che la vita umana, a partire dal concepimento, va promossa, accolta, protetta».

La seconda parte del progetto, che consiste nella visita guidata all’ospedale, si è svolta proprio nei giorni scorsi per gli studenti dell’Istituto Comprensivo di Vigliano: giovedì 2 Aprile per le due classi quinte della Scuola Primaria “San Quirico” e lunedì 13 Aprile per le due classi quinte della Scuola Primaria “Amosso”. I ragazzi, accompagnati dalle insegnanti, dalla dottoressa Spola, con la collaborazione della maestra Manuela Pozzi, insegnante dell’Istituto Comprensivo di Vigliano assegnata a “La Scuola in Ospedale”, e dalle infermiere del Nido e della Terapia Intensiva Neonatale, hanno potuto visitare i locali del Nido e della Neonatologia, osservando attrezzature, quali le incubatrici per i neonati.

Gli studenti della Scuola Primaria “Amosso”, in occasione della visita al nuovo presidio ospedaliero, hanno donato “sacche nanna” e biglietti augurali per i neonati pretermine, realizzati con le proprie mani, in collaborazione con le maestre.

L’ostetrica Elisabetta Mosca si è invece dedicata al progetto “Vita umana, prima meraviglia” presso la classe quinta della Scuola Primaria di Chiavazza e presso le due classi quinte della Scuola Primaria “E. De Amicis” di Biella: «Anche in questo caso, in classe, ai bambini è stato spiegato a 360 gradi come nasce una vita. Considerata l’età dei discenti ho anche concentrato l’attenzione sulla pubertà, sui cambiamenti che derivano con il passaggio dall’età infantile a quella dell’adolescenza. I ragazzi dimostrano sempre molto interesse rispetto agli argomenti trattati e, sia in questa sia nelle passate edizioni, hanno voluto approfondire con domande su ciclo mestruale e contraccezione».

Articolo precedente
Articolo precedente