Seguici su

Sport

Un gran premio di ricordi e pensieri in rosa: Montagna Pantani! Ieri come oggi!

Pubblicato

il

BIELLA – Quando nell’ormai lontano 2004 fui chiamato al Chiostro di San Sebastiano a presentare e moderare un dibattito sul ciclismo, non avrei immaginato che a distanza di 17 anni esatti avrei fatto parte del Comitato di tappa nel contesto del Giro d’Italia, che proprio a Biella celebrerà il centenario della prima apparizione della maglia rosa.

Nel 2004 ebbi l’onore e il privilegio di presentare gli allora progetti Montagna Pantani e Fondazione dedicata al Pirata. Mamma Tonina fu splendido esempio di una sofferenza alla quale non c’è mai fine, ma al tempo stesso ebbe il piglio della guerriera per dare un futuro non banale al Suo Marco. La guerriera che tutt’oggi ruggisce nell’eredità, non banale, di portare avanti nel tempo il ricordo del Campione, rendendone attuale, nel suo nome, l’amore verso il prossimo. Per il sottoscritto il compenso più bello e gratificante fu l’abbraccio, al termine di una giornata che fu lunga, intensa, struggente ed emozionante, con la signora Tonina. Ora quell’abbraccio torna attuale con rinnovata energia, cadenzato nel calendario degli eventi collaterali a supporto della terza tappa Biella-Canale di lunedì 10 maggio 2021.

L’identikit è quello tracciato dagli assessori Giacomo Moscarola, Massimiliano Gaggino e Barbara Greggio: “Nonostante le innumerevoli difficoltà a causa delle restrizioni per la pandemia, si è lavorato per realizzare un calendario frizzante, vivace e dinamico prevedendo attività che si possono svolgere indipendente dall’evolversi o meno dell’emergenza sanitaria”.

Su questo asse il piano operativo si è evoluto a zampa d’elefante dando risalto ad ogni attività attinente alla corsa in rosa. Questo evento non fa altro che ripristinare il feeling tra Biella e il Giro d’Italia. Proprio per tingere ancora di più questo tessuto rosa, ho ritenuto essenziale volgere uno sguardo al passato, per non dimenticare la poesia che lega il Giro alla nostra Città, con un occhio al presente e un altro al futuro. Si tratta di ripartire e questa terza tappa è la pennellata giusta per tirare la volata ad un domani davvero roseo alla faccia della pandemia. Cito e ringrazio di cuore la signora Tonina, la sua famiglia e Stefano Bagnolini per il coinvolgimento non solo di etichetta della Fondazione Pantani, ma per la sensibilità e la fattiva presenza agli eventi giovanili e amatoriali che caratterizzeranno questo appuntamento nel ricordo di Marco, campione, amico e leggenda sulla sua, nostra, montagna: Montagna Pantani!

(Prima tappa, pardon… puntata!)

2 Commenti

2 Comments

  1. Giuliano Berti

    23 Aprile 2021 at 17:13

    evviva Pantani evviva LA DROGA !!!! roba da matti elogiare un drogato nello sport come nella vita e come nella morte evviva !!!!
    La mamma “””Tonina….”” farebbe bene a stare a casa e non andare in giro
    a ricordare suo figlio. Pieta’ per lei. Lasciatela stare

  2. S.MARCO

    24 Aprile 2021 at 10:49

    BERTI SEI UN PIRLA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità