Seguici su

Biella

Un evento più forte dei luoghi comuni: Giro d’Italia come te nessuno mai!

“Il Punto Esclamatico”, la rubrica a cura di Corrado Neggia.

Pubblicato

il

BIELLA – Uno slogan ammicca ad un altro: Biella tira la volata per un nuovo arrivo di tappa! Oppure: Biella in fuga per un altro traguardo! O anche: Biella si (ri)tinge di rosa! Tutto in nome e per conto di S.M. Giro d’Italia, che è vero comporti un costo ottenerlo, ma altrettanto innegabilmente un evento che può essere equiparato alla leggendaria gallina dalle uova d’oro. Insomma s’investe per poter introitare un buon bottino, non squisitamente solo economico, ma anche d’immagine, volano questo per tutta una serie d’iniziative in sintonia con una Città che si fregia del brand Unesco (!) e di altri in essere (Alpine city of the year!) e che verranno (European Town of Sport!).

Insomma quello con il Giro d’Italia sarà un arrivederci, visto lo stretto legame che si è instaurato del corso degli anni tra Biella, il Biellese e l’organizzazione della corsa in capo a Rcs Sport. L’evento sportivo ha portato il nome di Biella in collegamento con 185 paesi del mondo, per un totale di copertura tv su 5 continenti. Oltre alla giornata di lunedì 10 maggio, per oltre un mese il territorio ha ricevuto una promozione dedicata sui canali ufficiali del Giro d’Italia (App, sito Internet, Social, pubblicazioni cartacee) con contenuti mirati alla promozione turistica.

Gli eventi si sono aperti con Italia in Rosa, che ha visto per Biella il Battistero illuminato, e grazie alla spinta del Comitato locale di tappa si sono potuti realizzare un totale di 12 eventi collaterali nonostante le difficoltà e le restrizioni per via della pandemia in corso. Curiosi i numeri della macchina organizzativa: nei giorni del Giro i canali Facebook della Città di Biella e di Biella Giro d’Italia superano le 200 mila persone raggiunte con un trend ancora in crescita (143.000 per la Città di Biella e 65.000 per Biella Giro d’Italia). Si segnala poi la distribuzione, con particolare riguardo alle attività commerciali, di 3mila palloncini e 2mila bandierine. E tanto altro ancora!

Complessivamente non si può fare altro che elogiare tutti i partecipanti a vario titolo alle attività collaterali per l’impegno, la disponibilità e la paziente opera a favore della promozione del territorio. Il Giro d’Italia è stata una bellissima occasione per trasmettere dei valori importanti e che abbiamo a cuore. Aver abbinato le iniziative di Fondazione Pantani con quelle dell’associazione Miky Boys Contro il Bullismo significa creare una filiera sociale seguendo le linee guida che anche il sindaco Claudio Corradino ha più volte evidenziato, ribadendo che Biella è la casa di Marco Pantani come sottolineato anche nella diretta streaming da mamma Tonina dalla sua Cesenatico, e della lotta contro il bullismo. Anche quello con Tonina sarà un arrivederci. Promesso!

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *