Seguici su

Sport

Non lasciamo soli i ragazzi della Pallacanestro Biella

Pubblicato

il

BIELLA – Non lasciamo soli questi ragazzi! Nell’ultimo turno casalingo l’Edilnol ha perso una gara contro Trapani che, a Forum pieno, avrebbe
probabilmente portato a casa. E nell’ultima giornata è uscita sconfitta
con Casale, in trasferta.

Ora sta in fondo alla classifica, seppur di un campionato dove si gioca a singhiozzo per la pandemia in corso. Ricordo quando l’Angelico, stagione 2015/16, era ultima in classifica proprio sotto le feste di Natale. E così i simpatici tifosi di Omegna, durante il derby vinto in casa, gridarono: “Serie B, Serie B”. La truppa di coach Carrea, però, seppe reagire e inanellò una serie di vittorie spettacolari, sfiorando dei meritati play-off.

Squadra diversa e molto, va subito detto. Quali le differenze tra ieri e oggi? Almeno tre, a parte l’uguale difficoltà in classifica della squadra. Allora c’erano i tifosi e gli spettatori, oggi tutti a casa per via del “Covid-19”. Allora c’era una città che credeva ancora molto nel basket, tra sponsor, padri di
famiglia e giovanissimi che formavano uno dei settori giovanili migliori
d’Italia. E ancora: allora c’era una dirigenza e una presidenza che
davano grande sicurezza, che ci mettevano sempre la faccia e molti
quattrini.

L’altro giorno, invece, nel deserto del Forum prigioniero delle misure
anti-Covid, Bertetti e compagni sembravano soli. Forse troppo soli e
abbandonati per la loro sfida titanica chiamata salvezza.
Ora, la squadra è oggettivamente fragile, perché costruita con il
bilancio più basso della storia del club. I giocatori mancano di
esperienza e in alcuni casi pure del talento necessario per stare in
Serie A2. Guidati da coach Squarcina però possono farcela a raggiungere
l’obiettivo, a patto di sentire alle loro spalle un vento di entusiasmo
e di energia, marchio di fabbrica di “Biella città del basket” dai tempi
della Libertas in poi. Viceversa, meglio prepararsi al peggio.

Paolo La Bua

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *