Seguici su

Sport

La Biellese alla “prova del nove”

Pubblicato

il

BIELLA – Nel momento più delicato è uscita la vera caratura di questa squadra. Il successo conquistato domenica scorsa da La Biellese contro l’Aygreville vale molto più dei tre semplici punti in classifica.

Spieghiamo meglio il concetto. I bianconeri erano reduci dall’inatteso ko di Caselle contro la Pro Eureka, una gara nella quale aveva sprecato molto ed erano stati condannati in pieno nei minuti finali. Passati in vantaggio contro i valdostani, hanno incassato il rocambolesco pareggio e il sorpasso dei rivali. Questi colpi avrebbero messo ko molte formazioni, ma non questa squadra.

Capitan Agnesina e compagni si sono rimboccati le maniche. Menabò, che sette giorni prima aveva fallito due chiare occasioni da gol, si è caricato i compagni sulle spalle e ha realizzato una tripletta, spianando la strada verso il successo.

Ora La Biellese è attesa da una sorta di “prova del nove”. Domani giocherà infatti allo stadio “Aldo Vigino” di Borgovercelli, ospite di un’altra formazione di alto rango dopo appunto i rossoneri e prima dell’RG Ticino (impegnati mercoledì nel recupero di Borgaro e poi domenica prossima a Biella, anche se è d’obbligo utilizzare il condizionale in quanto parrebbero essere emersi alcuni casi di Coronavirus nel gruppo squadra di Romentino, ndr), che è forse la rivale più temibile del girone nella corsa verso il primo posto e l’unica promozione in serie D. Compagine che può contare su un nucleo di elementi di grande esperienza per la categoria, tra i pericoli maggiori nelle fila dei vercellesi, c’è senza ombra di dubbio quel Gabriele Pinelli che nel 2018/2019 ha giocato all’ombra del Mucrone e ha realizzato 11 reti.

Ecco che ancora una volta La Biellese dovrà dunque fare leva sulle proprie qualità tecniche e sul carattere, sulla determinazione e sulla voglia di vincere.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *