Seguici su

Sport

Edilnol contro Mantova per riprendere a correre

Pubblicato

il

BIELLA – Si complica la corsa verso la salvezza di Pallacanestro Biella. Il ko di Bergamo ha reso un vero e proprio Mortirolo la strada che porta alla permanenza in A2 e l’Edilnol dovrà dunque trasformarsi nell’indimenticato “Pirata” Marco Pantani per farcela.

Oggi i rossoblù restano infatti al terzultimo posto della classifica, ma sia l’Orlandina, che ha gli stessi punti, sia la Withu, che è a -2, hanno delle gare da recuperare (rispettivamente due e tre).

In attesa di un pronunciamento ufficiale da parte della Lega Nazionale Pallacanestro, teoricamente atteso in queste ore o al più tardi all’inizio della prossima settimana, su come proseguirà il campionato di serie A2, se il format resterà quello stabilito a inizio anno, la fase ad orologio funzionerà in questo modo. Biella dovrebbe dunque concludere in uno degli ultimi due posti e verrà dunque inserita nel girone Nero (accedono appunto le ultime due del girone Verde e l’ultima del girone Rosso). Si gioca dall’11 aprile al 2 maggio (quattro turni domenicali e due infrasettimanali al mercoledì ma la data di inizio dovrebbe slittare più avanti). Al termine, la terza e ultima classificata retrocede in serie B, la prima e la seconda disputano i play-out con l’ultima e la penultima del girone Blu (al quale accedono decima, 11esima e 12esima dei gironi Verde e Rosso). Le due perdenti retrocedono in B.

La graduatoria resta comunque in divenire, alla conclusione della prima fase di regular season (se mai ce ne sarà una seconda) mancano appena due incontri, ma bisognerà poi completare il lungo elenco dei recuperi per avere il quadro preciso della situazione.

L’Edilnol deve pertanto restare concentrata soltanto sul prossimo appuntamento, che la vedrà impegnata domani nuovamente al Forum (dove è reduce da tre vittorie consecutive) contro la Staff Mantova del grande ex capitano Luca Infante. Palla a due anticipata di un’ora rispetto al solito: si gioca alle 17 anziché alle 18.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *