Seguici su

Attualità

Il primo parco naturale italiano di bambù a Ivrea

Pubblicato

il

Settanta ettari di piantagioni di bambù, tra Piemonte, Emilia-Romagna e Puglia, il “primo parco naturale italiano di bambù” a Ivrea (Torino), “con l’obiettivo di accogliere nell’arco dei prossimi tre-cinque anni, percorsi educativi legati all’ambiente”. A crearli è stata un’azienda torinese della green economy, Alma Italia spa, che ora lancia tra i suoi mille azionisti il concorso online per scegliere marchio e slogan che meglio identificano la società.


    Alma Italia affianca alla coltivazione del bambù gigante l’attività di lombricoltura, coordinata dalla controllata Conitalo srl, che gestisce “il più grande impianto d’Europa”, con circa 26 mila metri quadri, per una produzione media annua di 60.000 quintali di puro vermicompost, sostanza organica di arricchimento dei terreni e concime biologico. Le aree di produzione sono a Fossano (Cuneo) e a Turi (Bari).

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *