La Provincia di Biella > Senza categoria > “Gravi mancanze di Atap nell’applicazione delle misure di sicurezza”
Senza categoria Biella Circondario -

“Gravi mancanze di Atap nell’applicazione delle misure di sicurezza”

I sindacati minacciano il blocco del servizio pubblico locale

“Gravi mancanze di Atap nella gestione e nell’applicazione delle misure di sicurezza per prevenire il contagio a bordo degli autobus nella fase 2”.

A denunciarlo sono le segreterie provinciali di Filt Cgil e Faisa Cisal.

“Atap Spa – spiegano in un duro comunicato – rivendica un protocollo di prevenzione condiviso con il Comitato Paritetico pur non essendo in possesso della sottoscrizione dello stesso da parte dei membri di parte sindacale, i quali a seguito di confronto successivo alla riunione e alla luce di ulteriore documentazione circa le misure Nazionali di prevenzione, hanno ritenuto opportuno non firmare chiedendone immediatamente la revisione”.

Chiesto un incontro urgente con il Prefetto

I due sindacati hanno quindi richiesto un incontro urgente con il Prefetto di Biella, Fabrizia Triolo, “volto al ripristino delle migliori condizioni di sicurezza per le lavoratrici, i lavoratori e l’utenza, ritenendo strumentale e pericolosa l’interpretazione di Atap in merito alle indicazioni circa l’utilizzo della porta anteriore sui bus a due porte”

Il problema della porta anteriore

L’interpretazione, infatti, secondo le due sigle, oltre a non rispettare le linee guida emanate dal Ministero della Salute, espone al contagio i lavoratori che “con straordinario senso di responsabilità, hanno continuato a
permettere che il trasporto pubblico non si arrestasse nonostante
l’emergenza sanitaria”.

FILT CGIL e FAISA CISAL, pertanto, ritengono opportuno dare indicazione a tutto il personale e all’utenza di utilizzare la sola porta posteriore, sia
per la salita sia per la discesa dai bus, così come si è proceduto fino
al 3 maggio.

Minacciato il blocco del servizio pubblico locale

“Pertanto – è la conclusione del comunicato – fino a che non saranno installate le necessarie protezioni per separare il posto guida dal corridoio per la salita e discesa e, in caso di ulteriori forzature Aziendali, FILT CGIL e FAISA CISAL organizzeranno il blocco del Servizio Pubblico locale”.

© riproduzione riservata