Seguici su

Sale & Pepe

Siamo degni di Checco Zalone

La rubrica “Sale & Pepe” a cura di Luigi Apicella

Pubblicato

il

BIELLA – Care e cari amici, dopo “Tolo Tolo” chissà mai che il bravissimo Checco Zalone non possa trovare spunti per il suo prossimo film “di costume” su usi e vizi degli italiani pescando a mani basse proprio dalla nostra Biella, sempre di più al centro di vicende di cronaca nazionali e degne della “migliore” commedia all’italiana.

“Calo Calo” potrebbe essere il titolo per una nuova sceneggiatura, con riferimento non solo al calo demografico del nostro territorio – alzi la mano chi non se ne era già accorto da solo – ma anche al “calo di pensiero” di una città che riflette in tutto e per tutto il vuoto politico e istituzionale di cui è prigioniera da anni. Chi dovrebbe stracciarsi le vesti di fronte alla recente performance dell’odontoiatra al silicone quando, in questi anni, ne abbiamo viste “di ogni” da parte di chi dovrebbe quantomeno dare il buon esempio?

In questa fine 2021 in cui siamo tutti più buoni potremmo realmente chiedere ai nostri concittadini di votare – in un concor amiche so ideale – una sorta di premio pane&volpe per la performance/dichiarazione biellese dell’anno che maggiormente ha contribuito a portare il nome di Biella agli “oneri” delle cronache. Perché guardate, alla fine, quello che salta agli occhi in questi ultimi anni è una innata comicità biellese repressa per molti anni che – forse grazie al Covid e ai profondi cambiamenti che il virus ha inevitabilmente portato con sé – è esplosa all’improvviso come un fiume in piena inarrestabile.

E non poteva essere diversamente per un territorio in cui a parole tutto cambia ma in realtà non cambia mai niente ma che, in quanto a fantasia al potere, non è secondo a nessuno. Così se hai male amministrato in questi anni, che sarà mai, saranno quelli a venire gli anni del cambiamento. Se per anni ti sei battuto per l’abolizione di un ente “inutile” come la Provincia, che sarà mai se oggi ne fai il centro della tua azione politica mettendo in secondo piano ogni problema concreto che riguarda i cittadini e le loro già martoriate tasche di contribuenti (vedi conferma della massima tassazione IMU)?

E così potremmo continuare all’infinito, segno che la “fantasia al potere” produce poi “menti siliconate” che le studiano tutte per fare concorrenza a chi la fa/la spara più grossa sperando naturalmente di farla sempre franca. Lavoriamo tutti affinché il made in Biella fatto di tante eccellenze radicate nelle nostre tradizioni torni ad essere al più presto il nostro vero e unico marchio di fabbrica nel mondo. Le scorciatoie, l’interesse personale, il sentirsi al di sopra di ogni giudizio da parte di alcuni hanno da sempre conseguenze pesantissime per l’intera Comunità. Almeno a Natale facciamo uno sforzo…

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2022 laprovinciadibiella.it S.r.l. - P.IVA: 02654850029 - ROC: 30818
Reg. Tribunale di Biella n. 582 del 30/06/2014 - Direttore responsabile: Matteo Floris
Redazione: Via Vescovado, n. 5 - 13900 Biella - Tel. 015 32383 - Fax 015 31834 - Email: laprovinciadibiella@gmail.com