Seguici su

Politica

Sandro Delmastro orgoglioso del figlio ma non l’ha votato

Pubblicato

il

Sandro Delmastro è orgoglioso di suo figlio, ma non lo ha sostenuto politicamente.

Sandro Delmastro non ha votato

Andrea Delmastro, eletto con Fratelli d’Italia

Nella valanga di voti ottenuti da Andrea Delmastro, candidato di Fratelli d’Italia nel collegio biellese, ne manca uno. Quello di suo padre, Sandro.

Sin dall’inizio della campagna elettorale l’ex deputato di Alleanza nazionale ha inondato le redazioni di scritti a favore del non voto, posizione che ha mantenuto nonostante la candidatura familiare.

“Sono molto orgoglioso, ma sono rimasto a casa”

«Ovviamente sono molto orgoglioso per il risultato che ha ottenuto Andrea – commenta – ma io non ho votato, sono rimasto a casa. Ho dovuto necessariamente far prevalere il mio orientamento politico sul ‘sentimento paterno’ che mi ha fatto soffrire e che ancor oggi mi fa soffrire. Ma credo che mio figlio Andrea, rispettoso della mia libertà, abbia compreso perfettamente che stima ed amore non sono stati ‘violati’ da una scelta difficilissima che ha caratterizzato questa fase della mia vita».

“Adesso chi governerà?”

«Chiuse le urne – ha aggiunto – comprendiamo il disastro cui siamo andati incontro e che purtroppo forse ancora ci attende. Manca la necessaria maggioranza per varare un qualsiasi governo: non si capisce chi governerà (centro-destra o Cinque Stelle?), per cui necessariamente si dovranno fare i cosiddetti ‘inciuci’ che tutti hanno detto e ripetuto e giurato che non avrebbero mai fatto! Mai in Italia c’è stato un disastro politico di queste dimensioni e soprattutto di questa gravità! Ora, a tutti coloro che hanno deciso di votare, io chiedo che cosa ci dobbiamo aspettare dalla politica? Sono in grado, i ‘politici’, secondo Voi, di definire la questione come hanno promesso, e cioè senza i famosi “inciuci”?».

1 Commento

1 Commento

  1. Giorgio Florio

    10 Marzo 2018 at 16:07

    Non votando per il figlio e seguendo le sue convinzioni , questo fa onore all’uomo. Uno deve essere coerente e questa coerenza non deve avere nessun odore di partigianerie politiche o odore famigliare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2022 laprovinciadibiella.it S.r.l. - P.IVA: 02654850029 - ROC: 30818
Reg. Tribunale di Biella n. 582 del 30/06/2014 - Direttore responsabile: Matteo Floris
Redazione: Via Vescovado, n. 5 - 13900 Biella - Tel. 015 32383 - Fax 015 31834 - Email: laprovinciadibiella@gmail.com