Seguici su

Motori

Il Rally della Lana si correrà a “porte chiuse”

Pubblicato

il

L’edizione numero 33 del Rally della Lana si farà tra l’11 e il 12 luglio. Ma sarà una gara surreale: a causa delle restrizioni Covid, si dovrà correre “a porte chiuse”, cioè con il divieto da parte degli spettatori di seguirla lungo le strade delle prove speciali. Una decisione sofferta che non è piaciuta né agli organizzatori, né ai tifosi. Ma era l’unica possibilità, altrimenti la gara avrebbe dovuto essere cancellata.

Sentieri e strade presidiate dalle forze dell’ordine

Per evitare assembramenti, durante le prove le forze dell’ordine saranno impegnate a presidiate strade e sentieri di accesso ai punti di osservazione, così da bloccare ogni tentativo di assieparsi a lato strada, come è da tradizione per migliaia di appassionati.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2022 laprovinciadibiella.it S.r.l. - P.IVA: 02654850029 - ROC: 30818
Reg. Tribunale di Biella n. 582 del 30/06/2014 - Direttore responsabile: Matteo Floris
Redazione: Via Vescovado, n. 5 - 13900 Biella - Tel. 015 32383 - Fax 015 31834 - Email: laprovinciadibiella@gmail.com