Seguici su

Fuori provincia

All’Inps risulta “cieco assoluto”, ma per strada si gira a guardare una donna: 60enne a processo

L’uomo del torinese, che respinge totalmente le imputazioni, è accusato di aver percepito indebitamente 30mila euro in 4 anni

Pubblicato

il

E’ costato caro il fascino femminile, se venisse dimostrata la veridicità delle accuse, ad un uomo di 60 anni di Torino considerato dall’Inps “cieco assoluto” ma sorpreso a girarsi al passaggio di quella che immaginiamo essere stata una bella donna.

La finanza lo stava pedinando

Come riportano i colleghi di NotiziaOggi, durante un pedinamento della guardia di finanza, l’uomo è stato sorpreso a girarsi a guardare una donna che aveva appena incrociato lungo la strada. Il 60enne è quindi finito a processo: l’accusa è quella di avere percepito indebitamente circa 30mila euro in quattro anni, con la pensione di invalidità.

Respinge le accuse

L’ avvocato dell’uomo, che respinge le accuse, ha spiegato che viene considerato cieco anche chi ha una situazione molto grave ma non di totale buio: può presentare per esempio una residua visione periferica, anche se molto limitata e talvolta in un solo occhio. La difesa è pronta quindi a produrre tutta la documentazione medica necessaria.

 

Immagine di archivio

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copyright © 2022 laprovinciadibiella.it S.r.l. - P.IVA: 02654850029 - ROC: 30818
Reg. Tribunale di Biella n. 582 del 30/06/2014 - Direttore responsabile: Matteo Floris
Redazione: Via Vescovado, n. 5 - 13900 Biella - Tel. 015 32383 - Fax 015 31834 - Email: laprovinciadibiella@gmail.com