Seguici su

Biella

Vacanze? Meglio in Italia. E molti rinunciano

L’estate dei “vip” biellesi ai tempi della pandemia. In tanti si concederanno periodi di ferie brevi. I commercianti invece ne approfittano per… lavorare

Pubblicato

il

BIELLA – Nel pieno della stagione estiva iniziano le vacanze per molti cittadini biellesi. Dove andranno i volti più noti del biellese? Preferiscono la montagna, il mare o località diverse? Lo abbiamo chiesto ad alcuni di loro.

«Io sono andato a Napoli a trovare la mia famiglia – commenta Alberto Schettino, pilastro della Biellese -, ho deciso di andare in vacanza adesso per poter rientrare i primi di agosto, poi potrò preparami al meglio per la nuova stagione calcistica che spero, almeno quest’anno, sia all’insegna della normalità. Non rimarrò solamente a Napoli ma andrò anche a Castellammare di Stabia e successivamente a Formentera».

Anche il giudice onorario Pietro Brovarone è sulla stessa lunghezza d’onda «Quest’anno ho deciso che andrò in vacanza solamente per una settimana, poiché ho ricevuto un incarico importante che non mi permetterà di avere un periodo più lungo di riposo. Andrò in Francia assieme alla mia famiglia da un parente di mia moglie, così ci potremo rilassare. Come ho già detto prima, devo rientrare al più presto perché devo lavorare sia a Novara sia a Biella».

Alla stessa maniera il vice ministro dello Sviluppo Economico Gilberto Pichetto Fratin andrà in vacanza per pochi giorni «Sono recentemente diventato nonno per la settima e ottava volta – dice Pichetto – e comprensibilmente mi voglio dedicare in questo periodo maggiormente alla mia famiglia. Se gli impegni lo permetteranno andrò in Liguria per alcuni giorni, ma per adesso voglio solo rimanere a Gifflenga a godermi i miei nipoti».

Non tutti però faranno le valigie per andare in vacanza «Quest’anno credo che passerò l’estate a Biella lavorando – afferma Francesco Pogni, proprietario del cocktail bar Walhalla -. Le chiusure invernali, come l’anno scorso, hanno escluso la possibilità che io vada in vacanza. C’è troppo lavoro da recuperare e il locale non si può permettere un’altra chiusura».

Stesse problematiche per il sindaco di Mongrando e il titolare del punto ristorazione Tony Panini Buoni, Antonio Filoni: «Per questa volta dovrò rinunciare alle vacanze, come tanti miei colleghi che lavorano nella ristorazione. Abbiamo bisogno di recuperare tutto il lavoro perso durante l’inverno e l’autunno. E’ stato un anno difficile per tutti e non possiamo permetterci degli altri stop, quindi dobbiamo dare il massimo in questa stagione estiva: poi, siamo sinceri, il Biellese è una zona stupenda, si può anche pensare di fare delle vacanze a chilometri zero».

In una situazione simile si trova anche l’imprenditore Antonio Trada: «Rimarrò a Biella a seguire la mia attività, ovviamente per continuare a lavorare dopo le tante chiusure invernali. Forse recupererò le vacanze a gennaio andando in Toscana alle terme con mia moglie per poterci rilassare».

«Io resterò a casa, nel mio paese che è Ronco Biellese – spiega la deputata Cristina Patelli -. Dopo tanti viaggi a Roma, penso che mi rilasserò qualche giorno nella mia terra».

Inversione di tendenza invece per la famosa scultrice Cecilia Martin Birsa: «Io non andrò a cercare posti colmi di turisti per un semplice motivo: vivo e lavoro a Bagneri, un posto montano incantevole, quindi saranno i turisti a raggiungere me come accade durante tutte le stagioni estive».

Davide Velcani
Giuseppe Parodi

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *