Seguici su

Eventi e cultura

Dopo la forzata pausa del 2020 domani torna la storica “passeggiata alle Salvine”

Un appuntamento che ormai si ripete da vent’anni

Pubblicato

il

Dopo la forzata pausa del 2020, gli Amici di Bagneri con la Parrocchia di Bagneri e gli Scout biellesi desiderano riproporre l’appuntamento primaverile della “passeggiata alle Salvine”, che si svolgerà domani, domenica 23 maggio, festa di Pentecoste.

Obiettivo primario dell’iniziativa, che si ripete da vent’anni, è quello di far incontrare in amicizia gli allevatori e le persone che vivono e frequentano le Salvine con i volontari, gli scout e i frequentatori e affezionati della Valle Elvo; la Parrocchia, da parte sua, desidera portare tra la gente la benedizione nei luoghi dove si svolge il faticoso lavoro degli allevatori, diversi dei quali già saliti per la stagione in alpeggio.

Solo secondariamente, la giornata è anche un’occasione di carattere escursionistico e turistico per scoprire i sentieri che attraversano uno dei più begli alpeggi del biellese, che in questa stagione splende con i prati colorati dalle fioriture di campo, in vista delle montagne.

Il programma

Il programma è quello tradizionale, accessibile a tutti:

  • ritrovo alle 8,45 sul Tracciolino sopra Bagneri: si farà una escursione facile, della durata di un paio d’ore (dislivello circa 300mt), attraverso pascoli e baite delle Salvine, un luogo magico dove il tenace secolare lavoro degli alpigiani ha valorizzato le bellezze di una natura ricca di prati, acque sorgive, rocce e boschi;
  • Alle 12, ritrovo alla cascina Roc Bianc, a quota  1267, dove sarà celebrata la Messa al campo (è anche l’occasione per la Benedizione comunitaria delle Case per la parte alta della Parrocchia di Bagneri)
  • a seguire i volontari proporranno la polenta concia da asporto, confezionata in contenitori monodose, ciascuno la consumerà sparpagliandosi sulla via del ritorno;
  • al pomeriggio, rientro libero (discesa a Bagneri in un’oretta); per chi desidera, dalle 15 possibilità di visitare il borgo di Bagneri, con la Madonna del Piumin, l’Ecomuseo, le belle sculture di Cecilia Martin Birsa.

Le regole da rispettare

Durante tutta la manifestazione, a partecipazione libera, dovranno essere osservate le correnti prescrizioni per il distanziamento tra le persone, l’uso di mascherine e l’igiene delle mani. Gli Amici di Bagneri raccomandano inoltre il massimo rispetto della natura e dei prati faticosamente curati dagli alpigiani, di non abbandonare rifiuti riportandoli a casa.

Un abbigliamento adeguato

La passeggiata non presenta difficoltà particolari, ovviamente è necessario abbigliamento adeguato alla stagione e all’altezza. Ricordiamo che Bagneri si raggiunge dal Tracciolino (salire alla Bossola e proseguire per circa 4km in direzione Oropa, superando San Carlo e poi il ponte sulla Janca) oppure deviando dalla provinciale per il Santuario di Graglia sulla strada per Bagneri (in questo caso, per salire dalla strada asfaltata sotto Bagneri al Tracciolino ci sono 15 minuti di mulattiera pedonale).

Informazioni

In caso di forte maltempo, la passeggiata sarà annullata, in tal caso la messa sarà celebrata alle 12 nella chiesa parrocchiale di Bagneri (non alle 15 come di consueto).

Info e aggiornamenti saranno diffusi sul sito internet www.bagneri.it , su facebook (cercate @borgo e parrocchia di Bagneri)  e instagram @borgobagneri; potete anche contattare Clotilde (01528684) o Gilberto (cell 3396881717).

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *