Seguici su

Cronaca

Uomo di Camburzano prende a calci e pugni la moglie e poi patteggia in tribunale

Per lui quattro mesi di reclusione con la condizionale

Pubblicato

il

CAMBURZANO – Avrebbe picchiato la moglie con calci, pugni e graffi, l’uomo di 43 anni, residente a Camburzano, che si è ritrovato imputato per maltrattamenti in famiglia. Il 43enne, però, ha preferito non presentarsi  in aula e ha patteggiato;  per lui una pena di quattro mesi di reclusione con la condizionale.

Sono due gli episodi contestati

Stando al capo d’accusa, il 43enne avrebbe  colpito a calci, pugni e avrebbe graffiato la consorte procurandole lesioni alle gambe, al volto e all’addome. Trasportata in seguito a queste violenze al Pronto Soccorso, le ferite sono state giudicate guaribili in meno di una settimana.

 

Immagine di repertorio

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *