Seguici su

Cronaca

Uccise il compagno, torinese assolta per legittima difesa

Uccise il compagno, ma fu per legittima difesa. Lo ha stabilito la Corte d’Assise di Appello di Torino, che ha assolto Silvia Rossetto.

Pubblicato

il

TORINO – Uccise il compagno, ma fu per legittima difesa. Lo ha stabilito la Corte d’Assise di Appello di Torino, che ha assolto la cinquantenne torinese Silvia Rossetto.

La donna era imputata nel processo di secondo grado per l’omicidio del compagno, avvenuto il 2 settembre 2018 nel corso di una lite a Nichelino. L’uomo, Giuseppe Marcon, le aveva puntato un coltello alla gola, e lei ne aveva estratto un altro da un mobile della cucina.

La procura aveva impugnato la sentenza di primo grado, sostenendo la tesi dell’eccesso colposo, ma la corte ha dato ragione alla donna, difesa dall’avvocato Sergio Bersano.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *