Seguici su

Cronaca

Prende una bombola del gas da casa, si chiude in auto nella Bessa e si toglie la vita

Tragedia

Pubblicato

il

Ennesima tragedia nel Biellese, un uomo si è tolto la vita in auto usando una bombola del gas. La sciagura si è consumata l’altro giorno in Bessa nel territorio di Borriana, a ridosso del torrente Elvo. La vittima è un pensionato di 76 anni residente a Zubiena. L’uomo si è portato direttamente da casa la bombola del gas, l’ha quindi aperta nell’abitacolo dell’auto e si è lasciato morire.

Sono stati i carabinieri a ricostruire la dinamica del terribile episodio. Sul posto sono giunti anche i vigili del fuoco che hanno messo in sicurezza l’area per consentire ai militari di svolgere tutti gli accertamenti del caso dai quali è emerso, appunto, che si è trattato di un suicidio.
Sono ignote le cause che hanno portato lo sventurato a compiere l’estremo gesto.

Quest’ultimo tragico episodio rende necessario richiamare un’informazione fondamentale: quale aiuto e dove, nel territorio Biellese, possono ricevere le persone che, per svariati motivi, si trovano in una condizione di crisi suicidaria e pensano alla propria morte come soluzione per fuggire dalla loro sofferenza. Il team multi-professionale della Struttura Complessa di Psichiatria dell’ASLBI è sempre attivo, presso i Centri di Salute Mentale di Biella e di Cossato, per fornire aiuto a chi attraversa una condizione di crisi suicidaria e a coloro che hanno perduto familiari o conoscenti per suicidio, così come per coloro che possono esserne stati testimoni. La Psichiatria dell’ASLBI fornisce inoltre interventi di aiuto per coloro che hanno perduto un familiare o un conoscente per suicidio, così come per coloro che possono essere stati testimoni di un suicidio.

Centro Crisi per la prevenzione del suicidio

L’attività, sia per familiari o conoscenti sia per chi attraversa una condizione a rischio di suicidio, si svolge presso i Centri di Salute Mentale di Biella e di Cossato. Il contatto al servizio può essere effettuato direttamente anche senza impegnativa a questi recapiti:

· Centro di Salute Mentale Biella, strada Campagnè 7/A – 0158461477

· Centro di Salute Mentale Cossato, via Milano 48 – 01515159506

· centrocrisi.psichiatria@aslbi.piemonte.it

«Chiunque può fare esperienza di una crisi suicidaria, non si deve restare da soli a confrontarsi con la propria disperazione – spiega Roberto Merli, Direttore Psichiatria ASLBI – È importante sapere che cercare aiuto è la cosa più importante da fare, familiari, amici o professionisti della Sanità nel momento della crisi possono essere l’appiglio a cui aggrapparsi per rimanere in vita. Chiedere aiuto non è un atto di debolezza di cui vergognarsi, ma di intelligenza».

Emergenza

In caso di emergenza è possibile rivolgersi anche al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Biella, dov’è disponibile una consulenza psichiatrica tutti i giorni, 24 ore al giorno.

 

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copyright © 2022 laprovinciadibiella.it S.r.l. - P.IVA: 02654850029 - ROC: 30818
Reg. Tribunale di Biella n. 582 del 30/06/2014 - Direttore responsabile: Matteo Floris
Redazione: Via Vescovado, n. 5 - 13900 Biella - Tel. 015 32383 - Fax 015 31834 - Email: laprovinciadibiella@gmail.com