Seguici su

Cronaca

L’ultimo saluto a Tina De Chirico

Pubblicato

il

E’ stato celebrato domenica scorsa a Pietralunga, un piccolo paesino della provincia di Perugia, il funerale di Tina De Chirico. La donna si è spenta all’età di 79 anni giovedì notte a causa di un tumore. A salutarla per l’ultima volta c’era un folto numero di amici, che hanno voluto dimostrare affetto e vicinanza ai suoi cari. La sua figura era molto conosciuta a Biella, dove la notizia della sua scomparsa ha destato un profondo cordoglio. Per ben 35 anni, fino al 1994, ha gestito l’edicola della stazione San Paolo.

E’ stato celebrato domenica scorsa a Pietralunga, un piccolo paesino della provincia di Perugia, il funerale di Tina De Chirico. La donna si è spenta all’età di 79 anni giovedì notte a causa di un tumore. A salutarla per l’ultima volta c’era un folto numero di amici, che hanno voluto dimostrare affetto e vicinanza ai suoi cari.

La sua figura era molto conosciuta a Biella, dove la notizia della sua scomparsa ha destato un profondo cordoglio. Per ben 35 anni, fino al 1994, ha gestito l’edicola della stazione San Paolo.

Qualche tempo fa si era trasferita in Umbria per raggiungere la figlia, ma aveva mantenuto vivi i contatti con i tanti amici biellesi, quando poteva, non perdeva l’occasione per trascorrere qualche fine settimana in terra laniera: «Tina era una donna fantastica – commenta Elisabetta Cerra -. Eravamo amiche da tanti anni. Quando ho saputo della sua scomparsa ci sono rimasta malissimo. Il nostro legame era nato  all’inizio degli anni ’70. Lei si era molto affezionata a me ed alla mia famiglia. A volte al mattino presto andavo a trovarla in edicola e le davo una mano a sistemare i giornali. Era una donna solare, sempre pronta a sorridere e a fare battute scherzose. Non c’era persona che non passava a salutarla prima di prendere il treno. Per me è stata come una sorella maggiore. Non potrò mai dimenticarla».

Alle parole di Elisabetta si aggiungono anche quelle di alcuni  dipendenti della stazione. «Tina era una donna che sapeva restituire il sorriso a tutti – spiegano -. Per la Stazione San Paolo è stata un’istituzione. Il suo sorriso resterà per sempre nel cuore di tutti noi». Tina ha lasciato nel dolore la figlia Anna, parenti e molti amici. La salma ora riposa nel cimitero di Pietralunga.

Mauro Pollotti
paesi@nuovaprovincia.it