Seguici su

Cronaca

Come l’epidemia Covid sta ripartendo

La variante Delta e i due milioni di over 60 non vaccinati

Pubblicato

il

L’epidemia sta ripartendo in tutta Europa e anche l’Italia inizia a fare i conti con la variante Delta. L’ultimo bollettino ha fatto registrare 1.400 contagi e 12 morti su 208.419 tamponi (antigenici e molecolari), contro i 1.390 casi del giorno precedente. Solo un lieve aumento se guardiamo agli ultimi due giorni, ma se analizziamo un periodo di tempo più ampio le cose cambiano. Tra lunedì e domenica sono stati infatti diagnosticati 7.972 casi di Sars-Cov-2 contro i 5.260 della settimana precedente.

Si tratta di un bel balzo in avanti. Che ovviamente mette in allarme il ministero della Salute, anche alla luce di quanto sta accadendo in Inghilterra, Spagna, Olanda e altri Paesi. Lo scorso anno l’epidemia è ripartita intorno all’ultima decade di agosto per poi esplodere a ottobre, ma oggi siamo alle prese con una variante ben più contagiosa e partiamo comunque da una base di positivi più alta di 12 mesi fa quando eravamo reduci da un lungo lockdown e in diverse regioni – proprio per la tempestività delle misure adottate – la circolazione virale era rimasta molto bassa.

1 Commento

1 Commento

  1. Giorgio

    12 Luglio 2021 at 14:30

    Fino a che l’ignoranza e la malafede nei confronti dei vaccini continua a circolare (ben più che la variante delta), c’è poco da fare. La cosa importante è che la maggior parte della popolazione riceva entrambe le dosi di vaccino. Gli altri, quelli che “io non mi vaccino” si assumeranno la responsabilità della loro malattia (nel caso la sviluppino). Onestamente spero proprio che i “io non mi vaccino” contraggano il virus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adv
adv

Copyright © 2022 laprovinciadibiella.it S.r.l. - P.IVA: 02654850029 - ROC: 30818
Reg. Tribunale di Biella n. 582 del 30/06/2014 - Direttore responsabile: Matteo Floris
Redazione: Via Vescovado, n. 5 - 13900 Biella - Tel. 015 32383 - Fax 015 31834 - Email: laprovinciadibiella@gmail.com