Seguici su

Cronaca

Bergamo chiede a Biella di riaprire il tempio crematorio

Pubblicato

il

Riaprite il tempio crematorio, a chiedercelo è la città di Bergamo. Grazie al decreto Cura Italia si potrebbe fare, ovviamente con una gestione – c’è da augurarsi – non affidata alla società che fa capo alla famiglia Ravetti.

L’ipotesi è stata fatta nell’edizione del TGR Piemonte andato in onda questa sera, domenica 29 marzo, alle 19.30.

Fermo dallo scandalo che ha colpito gli ex gestori, in questo momento andrebbe riaperto, a chiederlo è proprio una delle città più colpite dalla tragedia del Coronavirus, la città di Bergamo.

Il Vice Sindaco, Giacomo Moscarola, intervistato sull’argomento, spiega come Biella sarebbe lieta di aiutare la città lombarda. Continua poi sottolineando come grazie all’articolo 6 del cosiddetto decreto Cura Italia lo Stato potrebbe requisire per un breve lasso di tempo il forno e renderlo nuovamente operativo.

Il Vice Sindaco ha concluso l’intervista ribadendo come la nostra città sarebbe lieta di poter aiutare altre persone in difficoltà.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2022 laprovinciadibiella.it S.r.l. - P.IVA: 02654850029 - ROC: 30818
Reg. Tribunale di Biella n. 582 del 30/06/2014 - Direttore responsabile: Matteo Floris
Redazione: Via Vescovado, n. 5 - 13900 Biella - Tel. 015 32383 - Fax 015 31834 - Email: laprovinciadibiella@gmail.com