Seguici su

Biella

Fiamme in un alloggio pieno di bombole di gas al Villaggio Lamarmora – VIDEO

Momenti di terrore

Pubblicato

il

BIELLA – Momenti di terrore nel pomeriggio di oggi a Biella per un incendio divampato in un appartamento al secondo piano di un condominio in via Lombardia angolo via Graglia.

GURDATE IL VIDEO DELLE FIAMME

Non si conoscono ancora le cause del rogo, ma sul posto vi è stato un vero e proprio dispiegamento di Forze oltre a Polizia e 118 sono intervenuti, infatti, quattro mezzi dei Vigili del Fuoco che si sono occupati di mettere in sicurezza l’area portando via delle bombole di gas e spegnendo le fiamme che si stavano propagando, oltre che nell’appartamento, anche sul balcone di casa e negli alloggi attigui.

A dare l’allarme il consigliere comunale Es Saket Mohamed che stava rientrando a casa proprio quando è scoppiato l’incendio. Quando si è accorto di quanto stava accadendo ha immediatamente citofonato a tutti i condomini invitandoli a lasciare le loro abitazione, mettendo così in sicurezza 24 famiglie. Come racconta lo stesso Es Saket il proprietario dell’alloggio è ricoverato in ospedale da circa una settimana per cui non era in casa in quel momento. La vera preoccupazione, quindi, come rimarca, Es Saket, era che all’interno dell’alloggio vi erano molte bombole del gas che miracolosamente non sono esplose e sono state prontamente portate vie dai Vigili del Fuoco.

Sul posto oltre al consigliere Es Saket è arrivato anche il Sindaco Claudio Corradino e il vicesindaco Giacomo Moscarola per sincerasi di quanto stesse accadendo e decidere su come agire vista la situazione.

L’alloggio in questione, infatti, verrà dichiarato inagibile, come con ogni probabilità gli alloggi del piano in cui è divampato l’incendio, per quanto concerne gli altri appartamenti invece, i Vigili del Fuoco stanno ultimando le perizie per decidere come procedere.

Nell’eventualità che le famiglie debbano lasciare il loro appartamento, spiega il vicesindaco, se queste non avranno parenti o amici da cui recarsi sarà il Comune ad occuparsi della loro sistemazione.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *