Seguici su

Biella

Biella città creativa Unesco, il Pd: “Corradino è incapace e arrogante”

Duro attacco al primo cittadino

Pubblicato

il

paolo furia

Desta sconcerto e forte preoccupazione la lettura del comunicato di ieri con il quale la Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, a nome di tutti i soci della Associazione Biella Città Creativa Unesco, ha comunicato di aver rassegnato le dimissioni dall’Associazione a causa delle decisioni unilaterali assunte dal Comune di Biella.

Leggi anche: BIELLA NON E’ UNA CITTA’ CREATIVA UNESCO, E’ UNA CITTA’ DA CENTRO DI IGIENE MENTALE

La miopia e la supponenza della Città di Biella, per il tramite del suo Sindaco, provocano l’assurda implosione di un organismo costituito solo il 30 ottobre 2020, tra i consueti suoni di fanfara del Sindaco Corradino, per promuovere attività di cooperazione, tavoli tematici, rapporti di collaborazione pubblico-privato e organizzazione di iniziative culturali, artistiche, turistiche per lo sviluppo della conoscenza ed il rilancio della Città di Biella e del territorio biellese.

Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, Cittadellarte-Fondazione Pistoletto, Unione Industriale di Biella, CNA Biella, Confartigianato Biella, Fondazione Biellezza che sono stati i protagonisti, insieme all’Amministrazione comunale Cavicchioli, della richiesta del riconoscimento internazionale di Biella “Città Creativa Unesco” decidono oggi di abbandonare un importante percorso di condivisione con il Comune di Biella, la cui Amministrazione rimane pertanto sempre più sola e “con il cerino in mano” nel realizzare i progetti previsti nel documento di candidatura di Biella a Città Creativa Unesco.

L’uscita dall’Associazione dei suoi principali soci fondatori, certifica una volta di più la totale incapacità, anche al dialogo ed al confronto, dell’attuale Giunta di Biella e del suo Sindaco, che la classifica pubblicata ieri dal Sole 24 ore colloca, per noi giustamente, tra i peggiori Sindaci del nostro Paese quanto a gradimento della cittadinanza.

Che Biella, con la sua Giunta attuale, non sappia e non voglia fare rete nel territorio è purtroppo una desolante circostanza ormai nota da tempo, come dimostrato manifestamente dall’uscita di qualche mese fa del Comune di Biella da Agenda Digitale.

Oggi sono invece le più importanti associazioni cittadine, dopo aver investito proprie risorse, anche economiche, in un progetto di rilancio della Città, a “dire basta, così non si può andare avanti”, evidentemente non condividendo più il modus operandi del Comune di Biella.

L’arroganza della Giunta Corradino e del Sindaco trova peraltro inconfutabile conferma nelle note dettate dal Comune alla stampa locale nelle quali il Sindaco, con sicumera e a dispetto dei contributi erogati anche dalla Fondazione Cassa di Risparmio, vanta cocciutamente un preteso diritto esclusivo sul marchio Biella Città Creativa Unesco e sulla sua gestione.

Siamo convinti del fatto che l’arroganza e la miopia dimostrate anche in questa occasione della Giunta Corradino, che hanno portato associazioni protagoniste della vita economico-sociale del nostro territorio a prendere le distanze da un progetto fondamentale per il futuro della nostra Città, siano estremamente dannose per Biella, determinandone un gravissimo isolamento sociale e politico.

Siamo molto preoccupati inoltre perché non sappiamo se e quale strategia il Comune di Biella abbia in animo di attuare per il rilancio della Città e per conservare il riconoscimento di Biella “Città Unesco”, quali risorse intenda destinare e quali siano previste in bilancio a tale fine, chi siano i responsabili politici e amministrativi della gestione di una importantissima opportunità tanto complessa quanto precaria, posto che il riconoscimento di Città Creativa Unesco è soggetto a verifiche quadriennali.

Ci chiediamo quante possibilità ha la Città di Biella di ottenere una riconferma del riconoscimento Unesco, ottenuto nel 2019 con la sinergia ed il concorso di tante forze cittadine.

Questa domanda ce la poniamo come cittadini, come amministratori e probabilmente se la pone anche il Governatore Cirio, presente in pompa magna a Parigi quando a Biella è stato conferito il prestigioso riconoscimento.

Paolo Furia, Segretario PD Piemonte
Rinaldo Chiola, Segretario Partito Democratico Biellese
Sergio Leone, Segretario Circolo PD Città di Biella

1 Commento

1 Commento

  1. Pier Giovanni Malanotte

    5 Luglio 2022 at 16:57

    Dice il Vangelo che la pianta si conosce dai frutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2022 laprovinciadibiella.it S.r.l. - P.IVA: 02654850029 - ROC: 30818
Reg. Tribunale di Biella n. 582 del 30/06/2014 - Direttore responsabile: Matteo Floris
Redazione: Via Vescovado, n. 5 - 13900 Biella - Tel. 015 32383 - Fax 015 31834 - Email: laprovinciadibiella@gmail.com