La Provincia di Biella > Attualità > Studiare a Torino, quali le zone migliori per cercare casa
Attualità Fuori provincia -

Studiare a Torino, quali le zone migliori per cercare casa

Consigli utili

L’idea che molta gente ha di Torino si associa alla sua austerità e serietà, oltre che bassa accoglienza per i fuori sede. A ben guardare, invece, Torino è una città che offre molto, non solo dal punto di vista culturale e professionale, quanto mondano e ludico.

Negli ultimi anni molte zone sono state riqualificate e rese vivibili, collegate da una rete capillare di trasporti pubblici precisa ed efficiente. Decidere di intraprendere i propri studi in una città come Torino, quindi, apre le porte alla scoperta di un territorio nuovo e spesso sottovalutato. Oltre tutto, tra i vantaggi offerti, c’è anche il fatto che gli alloggi non hanno i prezzi esosi delle altre grandi metropoli italiane, come Milano, Roma o Bologna.

I costi degli affitti sono ancora piuttosto contenuti e le soluzioni spesso ottimali. Quel che resta da decidere, soprattutto se non si ha molta dimestichezza con la città e la vita da fuori sede, è la scelta della zona migliore dove vivere.

Chiaramente l’ideale sta nel trovare sistemazione vicino alla propria facoltà, ma, dati gli ottimi collegamenti, non è sconsigliato neanche prendere in considerazione quartieri più distanti e più in linea con le proprie necessità.

Anche la formula abitativa può condizionare la propria esperienza da fuori sede e il dispendio di risorse economiche. Condividere una stanza con altri inquilini, da una parte permette di risparmiare denaro, dall’altra però può non soddisfare molto in termini di accordo.

Il monolocale senz’altro offre maggiori opportunità di gestire i propri spazi in autonomia, a fronte di una spesa maggiore. Il bilocale sembra essere la formula migliore, pur costando di più, offre maggiore spazio da condividere al massimo con un altro inquilino a propria scelta.

È bene quindi valutare tutte le opzioni, distribuite nei diversi rioni torinesi, per farsi un’idea completa dell’offerta immobiliare della città. Per rendere il compito meno oneroso e di facile disbrigo, tornerebbe utile una piattaforma online dedicata proprio alle case in locazione, come ZappyRent, che si distingue per praticità e convenienza oltre che per una ricca sezione riservata agli affitti a Torino.

Il sito consente di impostare specifici parametri di ricerca che riguardano proprio la formula abitativa, il budget e anche la zona della città dove si intende concentrare la propria indagine.

In tal senso gioverebbe sapere che tra tutti i quartieri di Torino, Mirafiori Nord è quello in cui ha sede il  Politecnico. Si tratta di una zona residenziale, con numerose aree verdi, disponibilità di parcheggio, I prezzi degli affitti risultano piuttosto convenienti rispetto ad altre zone della città.

Su ZappyRent, infatti, si trovano facilmente soluzioni anche a partire da 300 Euro.

Anche San Salvario presenta offerte alquanto interessanti con stanze a partire da 250 Euro al mese e appartamenti da 450 Euro. Qui ha sede la facoltà di architettura e si presenta nella doppia veste di quartiere signorile e meno curati, al tempo stesso.

Vanchiglia è probabilmente il meno oneroso in termini di costi d’affitto, forse perché pur essendo molto vicino al centro rimane un rione popolare. I prezzi medi si aggirano sui 300 Euro per le stanze e 550 Euro per un appartamento.

Per avere una visione più completa delle diverse offerte, basta consultare gli annunci più allettanti e approfondire i dettagli descrittivi e fotografici di ogni proposta.

© riproduzione riservata