Seguici su

Attualità

Sanità, nei comuni montani è grave la carenza di medici di base

Uncem Piemonte: “Ne mancano almeno cento”

Pubblicato

il

“Mancano medici di base e le guardie mediche notturne e l’estate amplia il problema, che Uncem ha segnalato in molte lettere a ministero della Salute e assessorato regionale alla Sanità”.  Ad affermarlo è Robrto Colombero, presidente per il Piemonte dell’Uncem (Unione nazionale comuni, comunità e enti montani) “Dal ministero – prosegue – ci aspettavamo di più, in particolare a seguito delle missive Uncem trasmesse dopo i lockdown e nel corso della pandemia, nelle quali la nostra associazione chiedeva di investire di più su medici e sanità territoriale Invece i problemi aumentano. Aumenta il senso di insicurezza da parte di chi vive e frequenta i territori. Manca assistenza nei Comuni. E non è più solo un problema di alte valli e di centri più piccoli. I problemi sono diffusi”. “Servono almeno cento medici di base nei 550 Comuni montani del Piemonte” conclude, parlando di una situazione “grave”.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copyright © 2022 laprovinciadibiella.it S.r.l. - P.IVA: 02654850029 - ROC: 30818
Reg. Tribunale di Biella n. 582 del 30/06/2014 - Direttore responsabile: Matteo Floris
Redazione: Via Vescovado, n. 5 - 13900 Biella - Tel. 015 32383 - Fax 015 31834 - Email: laprovinciadibiella@gmail.com