Seguici su

Attualità

Rifinanziato l’ampliamento degli orari dei nidi comunali

Una misura a sostegno delle famiglie che amplia gli orari degli asili nido comunali senza aumento di tariffa

Pubblicato

il

Con 3,5 milioni di euro la Giunta regionale del Piemonte rifinanzia per l’anno educativo 2022-23 la misura a sostegno delle famiglie che amplia degli orari degli asili nido comunali senza aumento di tariffa e consente il mantenimento dei servizi sui territori e l’incentivazione all’occupazione femminile.

Destinato ai comuni

I destinatari del contributo sono i Comuni, in forma singola o associata, titolari di servizi educativi per la prima infanzia (bambini dai 3 ai 36 mesi), come nidi, micro-nidi e sezioni primavera. L’ampliamento dell’orario, che dovrà essere attivato dal lunedì al venerdì e/o il sabato mattina, sarà aggiuntivo rispetto a quello standard garantito.

Una novità in questa edizione

Novità di questa edizione è che potranno usufruirne anche i bambini iscritti ad un’attività di frequenza supplementare rispetto all’orario standard garantito anche in servizi educativi a titolarità comunale differenti rispetto a quello dove si svolge il prolungamento dell’orario.

L’assessore regionale all’Istruzione rileva che ampliare gli orari degli asili a parità di tariffa significa supportare la conciliazione tra vita familiare e lavorativa, ma anche sostenere i sindaci che decidono di mantenere nonostante costi e difficoltà servizi educativi indispensabili nel supportare la scelta di mettere al mondo un figlio senza costringere la donna a rinunciare alla possibilità di essere sia mamma sia lavoratrice. E si ottiene un ulteriore risultato quale l’incremento dell’occupazione femminile, perché se è vero che con l’ampliamento dell’orario serve un maggior numero di educatrici è altrettanto vero che esse sono donne.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *