La Provincia di Biella > Attualità > «Prima del rifacimento di via Italia servono altre cose»
Attualità Biella -

«Prima del rifacimento di via Italia servono altre cose»

Le proposte di 250 esercenti del centro

Il costoso rifacimento di via Italia dovrebbe essere il fiore all’occhiello dell’attuale amministrazione. Ma c’è un problema, vale a dire lo scarso entusiasmo che continuano a dimostrare i diretti interessati, ovvero i commercianti. Tanto che nella proposta messa nero su bianco da tutte le associazioni del settore e da circa 250 esercenti si chiede di posticipare l’intervento: «Siamo certamente d’accordo sul fatto che si debba riqualificare il centro storico Ciò che temiamo è che il rifacimento completo della pavimentazione di via Italia possa causare una serie di inconvenienti e ostacoli al normale passeggio in centro, come in via Amendola».
Il passaggio su via Italia è contenuto in uno degli ultimi punti del documento stesso dove, tra l’altro si fa una controproposta sulla destinazione della somma prevista: «Crediamo che, nel breve periodo, una adeguata manutenzione del manto esistente a possa essere già discretamente rigenerante per il centro città. Considerando che per gli interventi complessi su via Italia la Città di Biella dovrà accendere comunque dei mutui per somme rilevanti (1,2 milioni?), chiediamo che parte di tali risorse possano essere dirottate per un serio progetto di marketing del territorio coinvolgendo professionisti del settore e che consenta di svolgere un’azione sinergica e costante finalizzata a: progettare il brand della città; creare le adeguate connessioni con l’incoming turistico; intercettare le migliaia di visitatori del territorio biellese e limitrofi, sfruttare al meglio la rete “Città creativa Unesco”. Insomma via Italia può attendere.

A parte via Italia su cui si tornerà certamente a discutere ecco di seguito, sintetizzate, le proposte dei commercianti.
Vetrine vuote e negozi sfitti: Si potrebbe, per agire nell’immediato, semplicemente far apporre dei poster nelle vetrine dei negozi sfitti con immagini del nostro Biellese (magari accompagnate dall’hashtag #innamoratidelbiellese che tanto successo continua ad ottenere sui social). Vetrine che devono necessariamente essere tenute pulite. Bisognerà creare e pretendere sinergia tra tutti gli attori coinvolti, proprietari di immobili, agenzie immobiliari allo scopo di mantenere vetrine decorose, ma anche con cartellonistica informativa sulle caratteristiche dei locali e condizioni di locazione. Potrebbe inoltre essere interessante avviare un servizio accessibile di “home staging” magari in collaborazione con l’ordine degli architetti di Biella. Si propone inoltre di aprire un canale con le scuole superiori, per progetti di alternanza scuola lavoro.
Decoro e pulizia: si chiede di controllare che l’ordinanza (ci pare già vigente) venga rispettata, sanzionando per fare in modo che i proprietari che non raccolgono e non lavano, dove i loro cani hanno sporcato, capiscano che non è più possibile creare danno e sporcizia dei luoghi comuni. Gli esercenti si impegnano a sistemare giornalmente all’esterno dei propri negozi un kit composto da una ciotola contenente acqua per dissetare gli amici a quattro zampe e dei simpatici annaffiatoi colorati 3, contenenti acqua per pulire, evitando che chi passeggia con il proprio cane, debba uscire con l’ingombro di una bottiglia.
Arredo urbano: Le piazze dovrebbero ospitare fioriere, aree giochi per bambini e panchine, così da favorire la sosta dei passanti. Vanno eliminati tutti i parcheggi nelle piazze di cui sopra e consentite solamente le operazioni di carico e scarico merci. Sarebbe utile la posa in Via Italia di frecce indicatrici dei negozi e delle botteghe presenti nelle vie laterali. Sarebbe utile coinvolgere anche i residenti delle vie centrali al fine di curare finestre e balconi con decorazioni floreali, incentivandoli con l’istituzione di premi per la miglior creazione. Stessa cosa si potrebbe fare nel periodo natalizio con gli addobbi a finestre e balconi.
ZTL: Ridurre i passaggi, con una revisione dei permessi di transito. Limitare l’ingresso dei corrieri per il carico e scarico merci in determinati orari della giornata. Aumentare i controlli.
Parcheggi: installazione di cartellonistica e frecce indicatrici dei parcheggi, promozione.
Animazione, manifestazione, eventi: Istituire presso l’assessorato “Eventi e Manifestazioni” un servizio che, integrandosi al calendario degli eventi ufficiale ATL, sia in grado di evidenziare e comunicare in tempo utile (si propone una cadenza trimestrale) le date di maggior rilievo, affinchè le attività commerciali possano programmare una collaborazione proficua. A tal proposito si auspica che l’amministrazione comunale voglia farsi promotrice, presso gli enti coinvolti per la creazione di un servizio di comunicazione univoca. Favorire lo svolgimento a cadenza periodica, nel centro città, di mercatini alimentari di prodotti locali e di qualità (con il coinvolgimento e la collaborazione delle associazioni di produttori locali).

© riproduzione riservata