Seguici su

Attualità

Potrebbe esserci un pirata della strada nell’incidente costato la vita a Elisa Bussa: accertamenti in corso

un’auto che avrebbe costretto la moto a deviare dalla sua traiettoria in curva

Pubblicato

il

Potrebbe esserci un pirata della strada nell’incidente in cui, la sera di sabato 14 agosto 2021 in via Santhià a Cavaglià, ha perso la vita Elisa Bussa, torinese di 40 anni, finita con la sua moto Honda Cbr contro un’auto. All’appello dei carabinieri della stazione cittadina, che hanno rilevato l’incidente, mancherebbe infatti un veicolo, almeno secondo la dinamica descritta dai testimoni: un’auto che avrebbe costretto la moto a deviare dalla sua traiettoria in curva facendola finire irrimediabilmente contro il veicolo che proveniva dalla direzione opposta e che non si sarebbe fermata dopo l’impatto, proseguendo la propria corsa e facendo perdere le proprie tracce.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *