Seguici su

Attualità

Petrolchimica: Pichetto riunisce tavolo Marghera

Si è svolto oggi il tavolo della chimica

Pubblicato

il

Si è svolto oggi il tavolo della chimica presieduto dal viceministro dello sviluppo economico Gilberto Pichetto e finalizzato ad un confronto sulle prospettive del cracking di Porto Marghera e dei petrolchimici di Ferrara, Mantova e Ravenna, da esso approvvigionati. All’incontro erano presenti i rappresentanti del gruppo Eni Versalis, le regioni interessate e i sindacati di settore.

A fronte della presentazione dei progetti che Eni intende realizzare a Porto Marghera, è stato sottolineato dai partecipanti come dal cracking di Marghera dipenda la competitività delle produzioni localizzate a Ferrara, Mantova e Ravenna, poli petrolchimici in cui si concentra buona parte della petrolchimica nazionale. E’ stato chiesto pertanto al Governo l’impegno ad una più ampia riflessione sul futuro della petrolchimica italiana e sugli indirizzi di politica industriale da adottare.

“Occuparci dell’industria della chimica di base vuol dire garantire la fornitura della materia prima all’intera filiera che in Italia conta circa 12 mila imprese con oltre 200 mila addetti”, ha dichiarato Pichetto. “In considerazione del ruolo strategico che la petrolchimica assume per l’industria del nostro Paese, garantirne il consolidamento e lo sviluppo di lungo periodo significa proteggere l’intero sistema industriale italiano, consolidarne la struttura e promuoverne la competitività. E’ il momento dell’impegno e della responsabilità di tutti”.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *