Seguici su

Attualità

“Mortalità 13 volte più alta per chi non si vaccina tra i 40 e gli 80 anni”

Gli aggiornamenti della Regione Piemonte.

Pubblicato

il

Sono 17.069 le persone che hanno ricevuto il vaccino contro il Covid comunicate ieri, venerdì 12 novembre, all’Unità di Crisi della Regione Piemonte (dato delle ore 18). A 4.445 è stata somministrata la seconda dose, a 11.024 la terza dose.Tra i vaccinati di ieri, in particolare, sono 425 i 12-15enni, 1.171 i 16-29enni, 968 i trentenni, 962 i quarantenni, 735 i cinquantenni, 717 i sessantenni, 480 i settantenni, 3441 gli estremamente vulnerabili e 4.397 gli over80.

Dall’inizio della campagna si è proceduto all’inoculazione di 6.700.878 dosi, di cui 3.004.027 come seconde e 350.304 come terze, corrispondenti al 93,4% di 7.172.750 finora disponibili in Piemonte.

In Piemonte circa l’80% dei pazienti ricoverati in terapia intensiva non è vaccinato
Dai dati aggiornati a ieri  in Piemonte circa l’80% dei pazienti Covid che si trovano in questo momento ricoverati in terapia intensiva non è vaccinato. In particolare, dei 24 ricoveri attuali 19 riguardano pazienti non vaccinati (9 uomini e 10 donne), altri 5 sono invece pazienti vaccinati ma con un quadro clinico serio per patologie pregresse (2 uomini e 3 donne).

Confronto dati Covid 11 ottobre-11 novembre 2020/2021. Nel 2020 nel periodo 11 ottobre-11 novembre si sono registrati 948 decessi, 68.764 contagiati: 144 è il numero medio di posti letto occupati nelle terapie intensive e 2187 il numero medio di posti letto occupati nelle terapie ordinarie.

Nello stesso periodo del 2021 si registrano 64 decessi, 7684 contagiati: 20 è il numero medio di posti letto occupati nelle terapie intensive e 191 il numero medio di posti letto occupati nelle terapie ordinarie.

Confronto sui decessi 6-11 novembre 2020/2021. I decessi dal 6 all’11 novembre 2020 sono stati 423, mentre quelli dei sette giorni scorsi dal 6 all’11 novembre 2021 sono 18.

Mortalità 13 volte più alta per chi non si vaccina tra i 40 e gli 80 anni. Il rischio di morte per chi invece si vaccina si riduce del 92% Delle 64 persone morte per Covid nell’ultimo mese 19 hanno un’età compresa tra i 41 e i 79 anni, e di queste 14 non erano vaccinate.

Considerando che in Piemonte ci sono in tutto circa 2,4 milioni di persone in questa specifica fascia d’età e che tra loro i vaccinati sono quasi 2 milioni, i 5 decessi che nell’ultimo mese hanno riguardato i vaccinati, rispetto ai 14 morti fra i 430 mila non vaccinati, corrispondono a una riduzione di rischio pari al 92%. In altri termini, la mortalità fra i non vaccinati è 13 volte superiore a quella nei vaccinati.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2022 laprovinciadibiella.it S.r.l. - P.IVA: 02654850029 - ROC: 30818
Reg. Tribunale di Biella n. 582 del 30/06/2014 - Direttore responsabile: Matteo Floris
Redazione: Via Vescovado, n. 5 - 13900 Biella - Tel. 015 32383 - Fax 015 31834 - Email: laprovinciadibiella@gmail.com