Seguici su

Attualità

Maltempo, scatta l’allerta arancione: si temono frane e valanghe

Pubblicato

il

Una vasta perturbazione atlantica determina un peggioramento del tempo sul Piemonte già dalla serata di oggi con piogge diffuse, localmente intense su Appennino e settore nordoccidentale. Domani, si isolerà un minimo al suolo sul Golfo Ligure, con fenomeni in intensificazione su valori forti, molto forti sulla fascia pedemontana nordoccidentale e sull’Appennino, dove potranno essere anche a carattere temporalesco.

Solo dalla tarda mattinata di domenica si avrà un’attenuazione delle piogge.  I venti sono molto intensi dai quadranti meridionali in quota con rinforzi da est anche sulle pianure orientali.

Le forti precipitazioni previste determineranno un generalizzato innalzamento dei livelli idrometrici del reticolo idrografico principale e secondario, che nella giornata domani potranno superare i livelli di guardia dapprima sui settori appenninici in estensione al resto della regione nel pomeriggio.

Anche il fiume Po, dalla sezione di Torino, e il Tanaro saranno interessati da incrementi significativi. Nella giornata di domenica i livelli potranno raggiungere anche localmente i livelli di pericolo.

Per i dettagli si invita alla consultazione del Bollettino delle Piene e dei prossimi aggiornamenti. https://www.arpa.piemonte.it/arpa-comunica/file-notizie/2019/piene22112019.png

Pericolo valanghe

Le intense precipitazioni nevose attese a partire dalla serata di oggi, determineranno un rapido aumento del grado di pericolo valanghe che raggiungerà il 4-Forte dapprima sui settori nord-occidentali e successivamente nel corso della giornata di sabato, si estenderà a tutti i settori. Sono attese valanghe di dimensioni grandi o molto grandi
che potranno interessare le aree di fondovalle sulla maggior parte dei settori alpini.
La quota delle nevicate sarà in aumento nel corso di sabato fino a raggiungere e superare i 1500-1700m determinando una rapida umidificazione e perdita di stabilità del manto nevoso a quote progressivamente maggiori , con possibili valanghe che nei
settori delle Alpi Graie e Pennine potranno raggiungere dimensioni estreme soprattutto a partire dal pomeriggio di sabato 23 fino alla domenica mattina.
Le attività in ambiente innevato sono fortemente limitate e sconsigliate.

 

allerta23112019

Allerta arancione per peggioramento marcato dalla sera di oggi con precipitazioni diffuse su tutta la regione, localmente forti sul settore appenninico e sulla fascia montana e pedemontana alpina nordoccidentale. Sono attesi significativi e rapidi incrementi dei corsi d’acqua, fenomeni franosi e situazioni di dissesto idrogeologico.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2022 laprovinciadibiella.it S.r.l. - P.IVA: 02654850029 - ROC: 30818
Reg. Tribunale di Biella n. 582 del 30/06/2014 - Direttore responsabile: Matteo Floris
Redazione: Via Vescovado, n. 5 - 13900 Biella - Tel. 015 32383 - Fax 015 31834 - Email: laprovinciadibiella@gmail.com