Seguici su

Attualità

Luce e gas, come risparmiare in bolletta

Pubblicato

il

Ciò impediva i consumatori di farsi un’idea dei vantaggi di luce e gas per il mercato libero.

Ma grazie al comparatore online Comparasemplice adesso è tutto più semplice. Attraverso il motore di ricerca di comparazione è possibile confrontare le offerte e risparmiare. Le utenze domestiche, infatti, si sa hanno un forte peso sul bilancio economico di una famiglia. Per questo motivo è necessario conoscere le diverse tipologie contrattuali per luce e gas così da scegliere l’offerta migliore e più conveniente.
Su ComparaSemplice, nelle sezioni relative ai prodotti luce e gas è possibile trovare sconti, promozioni e prodotti abbinati all’offerta scelta. In modo tale da prendere la decisione con maggiore consapevolezza e valutare la validità di ogni proposta tariffaria.
Così si potrà scegliere facilmente non su quale gestore orientarsi ma su quale sia l’offerta migliore e la reale opportunità di risparmio economico. Sul sito è presente anche un’area che fornisce le opinioni sui fornitori, in modo da avere un feedback sui vari gestori.

Contratto Placet

Oltre a diverse tipologie contrattuali destinate alle utenze di luce e gas, esiste un contratto standard che prende il nome di placet (in latino significa “piace”) ma in realtà sta per la sigla di Prezzo Libero A Condizioni Equiparate di Tutela.
A partire dal 1° gennaio 2018, tutti i fornitori di energia elettrica e gas devono garantire al consumatore delle offerte a regime misto, con condizioni standard e di facile comparazione.
In questa ottica tutte le aziende oltre a mettere a disposizione degli utenti svariate tipologie di contratto, dovranno necessariamente presentare almeno un contratto placet, che potrà essere messo a confronto con i contratti placet erogati dalle altre aziende, così da fare un confronto mirato e avere una panoramica di tutte le offerte disponibili nel settore.
I contratti placet sono indirizzati sia alle utenze domestiche che a quelle per le imprese e in questa grande famiglia risiede anche la differenza tra contratti a prezzo fisso oppure variabile, sia per gas che per luce, mentre per la corrente elettrica è possibile optare per un contratto che impone un prezzo uniorario (che non varia durante il giorno) e multiorario (più basso durante le ore notturne e nel weekend).

Mercato libero e maggior tutela, le differenze

Attualmente per le forniture di energia elettrica e di gas esistono due tipologie di mercato.
Una di queste è il mercato di maggior tutela, che rappresenta un il regime transitorio e graduale dal monopolio della distruzione alla completa liberalizzazione del mercato. In questa tipologia di mercato l’andamento del costo della materia prima cambia in base a diversi fattori che vanno ad incidere sul mercato all’ingrosso nazionale e internazionale.
Nel caso del mercato libero, chi sceglie i prezzi della materia prima sono proprio i fornitori in un regime di libera concorrenza. Ciò può rappresentare una strategia, volta a far in modo che i gestori possano contenersi mantenendo così tariffe sempre più basse, e alimentando maggiormente la concorrenza.

Informazione pubblicitaria

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *