Seguici su

Attualità

Lavori in corso, svolta obbligatoria nella ZTL: multato due volte

Pubblicato

il

Lavori in corso, svolta obbligatoria nella ZTL: multato due volte

A causa dei lavori in corso in pieno centro storico e della conseguente chiusura delle vie, seguendo le indicazioni stradali posizionate dall’assessorato alla viabilità un automobilista è stato costretto ad attraversare la ZTL. Tutto in regola dunque? Assolutamente no. Il risultato finale è stata un’amara sorpresa: una multa da 83 euro per essere entrato nella Zona a traffico limitato senza permesso. Ma siccome le cattive notizie non vengono mai sole, il giorno dopo stessa scena e identico risultato, altri 83 euro di forzato esborso.
Veniamo ai fatti. Come avvenuto nei giorni precedenti, il 5 luglio l’automobilista risale lungo la via Seminari quando all’incrocio con via Amendola il cartello posizionato dal comune segnala la chiusura per lavori anche di via San Filippo fino a quel momento aperta al traffico proprio come alternativa alla stessa via Amendola. La segnaletica indica quale unica direzione consentita la svolta a destra lungo l’asse via Duomo – via Marconi con conseguente attraversamento di via Italia. Stessa scena il giorno successivo. Dunque l’ignaro automobilista non ha fatto altro che seguire le indicazioni stradali obbligatorie anche perchè con la chiusura contemporanea delle vie Amendola e San Filippo ed essendo la via Seminari a senso unico tale da impedire qualsiasi inversione a “u”, l’unica direzione praticabile era quella di via Duomo.
Dunque cosa può essere accaduto? L’unica risposta logica potrebbe essere la mancata comunicazione tra uffici comunali. L’assessorato ai Lavori pubblici ha ritenuto di chiudere via San Filippo per l’effettuazione di lavori magari non previsti senza però darne comunicazione alla Polizia municipale che non ha disattivato il sistema di sorveglianza.
«A me non interessa nulla sapere cosa sia o non sia successo – afferma l’arrabbiato automobilista – pretendo che i verbali siano cancellati al sottoscritto e a quanti sono rimasti vittime di una cosa così assurda. Oltre a rendere sicuri i Giardini e tutta Biella, l’assessore Giacomo Moscarola si attivi per risolvere questa situazione incredibile. E dico solo incredibile per non dire altro, anche perchè quello che penso realmente non potrebbe essere pubblicato. Grazie».

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copyright © 2022 laprovinciadibiella.it S.r.l. - P.IVA: 02654850029 - ROC: 30818
Reg. Tribunale di Biella n. 582 del 30/06/2014 - Direttore responsabile: Matteo Floris
Redazione: Via Vescovado, n. 5 - 13900 Biella - Tel. 015 32383 - Fax 015 31834 - Email: laprovinciadibiella@gmail.com