Seguici su

Attualità

L’associazione Incontromano di Biella festeggia i 10 anni di attività

La festa del 1° ottobre sarà una giornata di colori, di suoni, di divertimento, di esperienze belle da condividere.

Pubblicato

il

Dieci anni di IncontroMano. L’associazione biellese di volontariato il 1° ottobre festeggerà il suo compleanno.

<IncontroMano – spiegano i responsabili – è un’organizzazione di volontariato nata a Masserano il 25 giugno 2013. La scintilla che ha fatto scattare la voglia di mettersi in gioco è stata l’esperienza di “missione” fatta dalla maggior parte di noi, dalla Romania ad Haiti, dal Sudamerica all’Africa, in particolare in Mozambico. Ed è stato proprio lì che si sono concentrate le nostre energie i primi anni: le raccolte fondi erano destinate a progetti che conoscevamo, a luoghi in cui avevamo vissuto, a persone che avevamo incontrato e a cui ci eravamo affezionate. Ecco la voglia di andare incontro, contro, tendendo la mano>.

Ma la mission dell’associazione è stata, da sempre, anche quella di promuovere l’intercultura ed il dialogo tra i popoli, anche in Italia, attraverso attività di divulgazione e sensibilizzazione.

<Nel 2017 – continuano da IncontroMano – questa ambizione, unita a concrete necessità del nostro territorio, ha portato alla nascita del progetto “IncontroDonne”, poi divenuto “Storie Intrecciate”. Uno spazio che vede protagoniste le donne migranti che, sul territorio biellese, hanno più difficoltà ad inserirsi e trovare momenti e spazi di incontro dedicati a loro. Con il passare del tempo, questo progetto è diventato sempre più concreto e l’anno successivo abbiamo aperto a Biella, una sede operativa, dove le donne possono incontrarsi, condividere frammenti di vita, imparare l’italiano, imparare a cucire, ricevere supporto nella vita quotidiana e nella gestione dei figli. Tanti i volontari che per periodi più o meno lunghi si sono avvicinati ed hanno supportato con il proprio tempo e le loro capacità le attività, dai mercatini ai corsi, ai trasporti, alla realizzazione di oggetti. A tutti va il nostro grazie di cuore>.

L’associazione, che continua a lavorare per il Mozambico, è un tassello importante nel panorama delle realtà biellesi che si dedicano ai migranti. Da anni partecipa ai “tavoli” creati dal CTV di Biella per condividere problematiche e possibili soluzioni legate a migranti, tratta, carcere.

La festa del 1° ottobre sarà una giornata di colori, di suoni, di divertimento, di esperienze belle da condividere. L’appuntamento è, dalle ore 14, ai giardini Zumaglini (in caso di pioggia, a San Biagio). Saranno presenti le associazioni che lavorano a fianco di IncontroMano, musicisti e ballerini di danza afro. Verranno proposti tanti laboratori, ci sarà il mercatino di artigianato africano, lo scambio di giochi, la postazione di treccine, Kamishibai storie africane a cura di Nunzia Castiglione Sogni Scalzi, lo scambio vestiti (Groove), i clown dottori del Naso in Tasca, l’associazione “Il tempo magico”, la merenda a cura della Fondazione “Apri le braccia” di Galliate con il progetto “Squisito!”. Sabato 14 ottobre è invece in programma la cena africana dedicata alla raccolta di fondi, all’oratorio San Paolo a Biella in via Zara,16. Ad essere protagoniste saranno le donne dei progetti di IncontroMano ed i loro piatti tipici.

a.s.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *