Seguici su

Attualità

L’assist della Regione Piemonte sulle misure straordinarie per lo sport

Il “Punto Esclamativo”: torna l’appuntamento con la rubrica di Corrado Neggia

Pubblicato

il

BIELLA – Con l’emergenza sanitaria ancora in corso, non rallentano le operazioni di sostegno a favore dello sport dilettantistico. A farsi da tramite per i sodalizi sportivi piemontesi è la Regione, il cui sportello sportivo rende edotti sulle opportunità relative al bando “Misure straordinarie per lo sport – emergenza Covid 19”.

Così testualmente il comunicato diramato dalla Regione Piemonte: “Nel periodo 1 ottobre-3 novembre 2021 è possibile presentare, da parte di Associazioni e Società sportive dilettantistiche, senza fini di lucro, affiliate per almeno due anni, anche non consecutivi, ad una Federazione sportiva o a una Disciplina sportiva associata e/o un Ente di promozione sportiva riconosciuti dal CONI o dal CIP e da parte di Federazioni sportive, Discipline sportive associate, Enti di promozione sportiva, riconosciuti dal CONI o dal CIP esclusivamente in qualità di gestori di impianti sportivi, domanda per la parziale copertura delle spese correnti sostenute per il loro regolare funzionamento, per l’organizzazione dell’attività e per la fruizione in sicurezza delle sedi, degli impianti e delle attività sportive e fisico motorie”.

Il bando, che ha una dotazione finanziaria di 2 milioni di euro, è stato voluto dalla Regione Piemonte per aiutare le realtà sportive del territorio a sostenere le spese che hanno dovuto affrontare durante il periodo di chiusura forzata causato dalla pandemia di Coronavirus.

Nel darne notizia, il presidente e l’assessore allo Sport della Regione Piemonte, rispettivamente Alberto Cirio e Fabrizio Ricca, ricordano che queste risorse si sommano ai 5 milioni di euro già stanziati nei mesi scorsi per supportare le realtà sportive del territorio di fronte alle conseguenze della pandemia. In tutto sono quindi 7 milioni per sostenere lo sport di base, uno dei settori maggiormente colpiti dall’emergenza sanitaria, e per garantire la possibilità di ripartire.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copyright © 2022 laprovinciadibiella.it S.r.l. - P.IVA: 02654850029 - ROC: 30818
Reg. Tribunale di Biella n. 582 del 30/06/2014 - Direttore responsabile: Matteo Floris
Redazione: Via Vescovado, n. 5 - 13900 Biella - Tel. 015 32383 - Fax 015 31834 - Email: laprovinciadibiella@gmail.com