La Provincia di Biella > Attualità > “L’ ennesimo atto vandalico sul verde urbano”, la protesta di Legambiente per gli alberi abbattuti a Cavaglià
Attualità Basso Biellese -

“L’ ennesimo atto vandalico sul verde urbano”, la protesta di Legambiente per gli alberi abbattuti a Cavaglià

Attivata una richiesta agli enti competenti circa la regolarità di tale intervento

CAVAGLIA’ – Riceviamo e pubblichiamo il comunicato di Legambiente Circolo Biellese Tavo Burat in relazione all’abbattimento della totalità degli alberi di alto fusto che contornavano l’area mercatale del comune Cavaglià

“Con “indicibile zelo distruttivo”, l’amministrazione del Comune di Cavaglià ha sorprendentemente deciso l’abbattimento della totalità degli alberi di alto fusto che contornavano l’area mercatale, suscitando sconcerto e incredulità tra gli abitanti.

Tale deprecabile iniziativa non rappresenta certamente un caso isolato nel territorio biellese. Legambiente, di concerto con altre associazioni ambientaliste, in anni passati ed ancora recentemente si è occupata più volte di casi analoghi in vari Comuni (Biella, Quaregna, Occhieppo Superiore, Vigliano, ecc…), riscontrando un “filo rosso” che lega tali deprecabili iniziative: la totale e perniciosa insensibilità di una parte considerevole delle amministrazioni pubbliche per il proprio patrimonio arboreo, anche di pregio, ritenuto evidentemente una sorte di “entità” di nessun valore, e suscettibile pertanto di qualsivoglia intervento “demolitore”.

Nel non comprendere davvero le motivazioni che hanno portato a tale iniziativa, e nel sottolineare, se ce ne fosse ancora bisogno, di quanto sia importante la presenza di alberi (anche di 1^ grandezza), alberate, viali in ambito urbano, per la loro proprietà di assorbire agenti inquinanti, per il miglioramento della qualità dell’aria, per la parziale riduzione dell’inquinamento acustico, e anche per il miglioramento estetico delle nostre città, Legambiente provvederà ad attivare richiesta agli enti competenti circa la regolarità di tale ingiustificato ed ingiustificabile intervento.

Foto tratta dalla pagina facebook “Se sei di Cavaglià…”

© riproduzione riservata