La Provincia di Biella > Attualità > Invece di aiutare le realtà locali chiedete alla popolazione di andare a fare la spesa in altri Comuni
Attualità Valle Cervo -

Invece di aiutare le realtà locali chiedete alla popolazione di andare a fare la spesa in altri Comuni

La protesta dei commercianti dell'Alta Valle Cervo

Riceviamo e pubblichiamo una “lettera aperta” inviata ai Sindaci al nostro giornale dai commercianti dell’Alta Valle Cervo

Lettera aperta ai sindaci dell’alta Valle Cervo

Siamo i commercianti dell’alta Valle Cervo e siamo indignati per l’articolo che è uscito il giorno venerdì 03/04/2020 sulla testata Il Biellese, nell’articolo si legge che Voi sindaci dite che nell’alta Valle Cervo non ci sono negozi di alimentari e farmaceutici per soddisfare la necessità di chi ci abita. Per quanto riguarda le farmacie avete ragione la più vicina è a Sagliano Micca, ma in questo momento di quarantena e necessità la farmacia di Sagliano Micca consegna i farmaci a domicilio. Ma per quanto riguarda i negozi di alimentari dimenticate che uno è presente a Piedicavallo uno a Montesinaro e uno è a Campiglia Cervo. Scendendo poi si trovano altri negozi come ad esempio a Passobreve. Ci chiediamo perché non ci avete interpellati per chiederci se e cosa potessimo fare per venire ancora più in contro alle esigenze della popolazione. Noi speriamo vivamente che il Signor Prefetto non prenda in considerazione la vostra richiesta. Invece di aiutare noi piccoli commercianti Chiedete alla popolazione di andare a fare la spesa in altri comuni o addirittura a Biella e quindi farli andare a fare la spesa in catene più grandi che non hanno problemi di clientela.

Ci chiediamo quanto a voi interessi la sopravvivenza delle attività poste nei vostri comuni, visto che paghiamo regolarmente le tasse e non fate niente per aiutarci a sopravvivere. Nonostante il pericolo di contagio non ci siamo tirati indietro e abbiamo tenuto aperto.

Abbiamo intenzione anche di scrivere al Signor Prefetto perché questa situazione non ci piace per niente.

Se non lo sapete facciamo difficoltà a tirare avanti ma continuiamo a tenere aperto per dare un servizio ai nostri concittadini.

Ci avete chiesto se fossimo disposti ad accettare i BUONI PASTO in aiuto di chi ha problemi economici e vi abbiamo dato la nostra disponibilità, e in tutta risposta fate questo articolo di giornale. E inoltre state facendo una pessima pubblicità alla nostra valle, i turisti leggendo questo articolo possono pensare che in alta valle non ci siano negozi dove poter fare acquisti e quindi si approvvigionano prima di salire dando ulteriore danno alle nostre attività.

In Attesa Di una Vostra Risposta

Porgiamo Cordiali Saluti

Caterina Autelitano Alimentari Il Gatto Azzurro Piedicavallo

Mauro Tarditi e Peraldo Silvia alimentari Da silvia Montesinaro

Gasparetto Renata e Filippo Tresti Alimentari Food Store Campiglia Cervo

© riproduzione riservata