Seguici su

Attualità

I compagni di scuola lo obbligano a recidere un cavo dell’Enel, il ragazzino poteva morire fulminato

Il giovane, fortunatamente e per puro caso, ha tagliato il filo della terra

Pubblicato

il

Un assurdo quanto pericoloso atto di bullismo ai danni di un ragazzino che poteva costargli la vita se il fato non lo avesse assistito. Gli “amici”, infatti, lo hanno costretto a tagliare un filo elettrico della colonnina dell’Enel.

Bullizzato dai compagni

A riportare quanto accaduto in un paesino vicino a Crescentino qualche giorno fa sono stati i colleghi di PrimaChivasso; un gruppo di ragazzini ha costretto un compagno a tagliare un cavo dell’Enel. I “bulli” si erano anche organizzati portandosi dietro un paio di forbici e dopo averlo costretto a seguirli saltando la scuola gli hanno intimato di procedere al taglio.

Ha tagliato il cavo della terra

Solo un caso fortuito, racconta la madre del giovane, ha fatto sì che recidesse il cavo della terra e non quello dove passava l’elettricità che avrebbe anche potuto avere conseguenze fatali per lui.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2022 laprovinciadibiella.it S.r.l. - P.IVA: 02654850029 - ROC: 30818
Reg. Tribunale di Biella n. 582 del 30/06/2014 - Direttore responsabile: Matteo Floris
Redazione: Via Vescovado, n. 5 - 13900 Biella - Tel. 015 32383 - Fax 015 31834 - Email: laprovinciadibiella@gmail.com