La Provincia di Biella > Attualità > Funivie Oropa, cestovia chiusa per due weekend
Attualità Biella -

Funivie Oropa, cestovia chiusa per due weekend

A causa di un'anomalia al motore.

Cestovia chiusa questo weekend e il prossimo. E’ quanto si apprende dalla pagina Facebook di “Funivie Oropa”.

Per questo fine settimana e per il prossimo purtroppo sarà necessaria la chiusura della cestovia. Lunedì scorso infatti, durante la manovra della corsa di apertura della Cestovia, il macchinista si è reso conto di un anomalo odore di bruciato. Immediatamente ha fermato l’impianto e verificato il carro ponte.Immediatamente sono stati contattati i tecnici che prontamente sono intervenuti, consapevoli dell’importanza turistica rappresentata dalla Cestovia in questa stagione. Martedì mattina Mario Fumero titolare della Nuova Fumero s.n.c. di Gaglianico, azienda specializzata in motori elettrici, insieme al proprio elettricista ha verificato tutti i parametri riscontrando anomalie riconducibili all’eccitazione che è controllata elettronicamente. Pertanto si è reso necessario intervento dei tecnici di Gefran s.p.a., ditta varesotta costruttrice delle componenti elettroniche della Cestovia.Sostituite le schede madri e altri componenti elettronici di controllo I parametri dell’eccitazione dell’avviamento del motore sono rimasti anomali pertanto i dipendenti della Fondazione Funivie Oropa con grande professionalità hanno sganciato il motore dall’impianto, e con l’utilizzo di un Tirfor, lo hanno calato dal carro ponte. Verificato il peso complessivo (di 1015 chilogrammi concentrati in un metro quadrato di motore) non é stato possibile il trasporto in funivia e si proceduto con uno spostamento in elicottero tramite la ditta Airstar Aviation s.r.l. di Cossato che nella massima collaborazione si è resa immediatamente disponibile.Ora il motore è stato consegnato alla ditta Rimor A E Elettronica s.r.l., specializzata anche in campo funiviario, che aveva già eseguito la revisione motoristica della Cestovia nel 2017. Visto il rapporto tra le parti e l’eccezionalità del nostro motore, tanto raro quanto prezioso e tecnicamente valido per la peculiarità di costruzione, i tecnici ci hanno promesso la massima precedenza d’intervento cercando di restituirci il motore nell’arco di 2 settimane!Un grazie speciale a tutti i tecnici coinvolti e ai dipendenti della Fondazione Funivie Oropa per l’incredibile sforzo messo in campo, per la pronta disponibilità e per la positività dimostrata per trovare una rapida soluzione.

Andrea Pollono, Presidente Fondazione Funivie Oropa

Foto pagina Facebook “Funivie Oropa”.

© riproduzione riservata