Seguici su

Attualità

Dal 7 gennaio nelle scuole superiori del Biellese si torna in aula al 75%

Pubblicato

il

bus

BIELLAE’ stato approvato in Prefettura a Biella il documento operativo finalizzato a garantire, a decorrere dal 7 gennaio, l’attività didattica in presenza al 75% della popolazione studentesca della scuola secondaria di secondo grado, con la limitazione dell’utilizzo dei mezzi di trasporto urbano ed extraurbano al 50% della capienza, in aderenza alle previsioni del d.P.C.M 3 dicembre 2020.

La soluzione operativa individuata dal tavolo tecnico, tenuto conto delle peculiarità e delle specifiche esigenze del territorio biellese, prevede il mantenimento degli attuali orari di ingresso e uscita dagli istituti scolastici in un unico turno, lasciando intatta l’autonomia organizzativa dei Dirigenti Scolastici, che potranno gestire il rientro in presenza degli studenti in sicurezza anche secondo modalità flessibili stabilite caso per caso.

In questo contesto ATAP potenzierà il numero degli autobus disponibili con 27 mezzi aggiuntivi, affidati a vettori terzi, per i quali ha già avviato le procedure di selezione. Nell’ambito del Tavolo di coordinamento provinciale, e con i medesimi membri, sarà istituita una cabina di regia che curerà il monitoraggio quindicinale delle misure disposte dal Piano.

Il documento è stato adottato in esito ai lavori del tavolo tecnico di coordinamento scuola-trasporti, istituito nell’ambito della Conferenza provinciale permanente presso la Prefettura. Al Tavolo, presieduto dal Prefetto Franca Tancredi, hanno partecipato, con i propri rappresentanti, la Regione Piemonte, la Provincia di Biella, i Comuni di Biella, Cossato, Cavaglia e Valdilana, l’Ufficio Scolastico Territoriale, la Direzione Territoriale Piemonte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, l’Agenzia per la Mobilità del Piemonte e l’azienda dei servizi di trasporto pubblico ATAP spa.

La redazione del documento rappresenta il frutto di un’approfondita attività di analisi del contesto svolta dagli attori a diverso titolo coinvolti, sia in relazione alla mobilità studentesca, sia al quadro di riferimento del servizio di trasporto pubblico locale. La collaborazione sinergica ampiamente assicurata soprattutto dall’Ufficio Scolastico Territoriale e da ATAP spa, ha consentito di definire il più idoneo raccordo tra gli orari di inizio e termine delle attività didattiche e gli orari dei servizi di trasporto pubblico locale, urbano e extraurbano, in funzione della disponibilità dei mezzi di trasporto utilizzabili.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *