La Provincia di Biella > Attualità > Comune Biella, nel fine settimana la polizia locale effettuerà controlli nelle zone della movida
Attualità Biella Circondario -

Comune Biella, nel fine settimana la polizia locale effettuerà controlli nelle zone della movida

L'appello del sindaco Claudio Corradino

In vista del weekend la Città di Biella non ha in previsione “zone rosse” o chiusura di strade e piazze, ma a partire da venerdì la Polizia locale effettuerà dei controlli mirati per verificare le corrette applicazioni di ordinanze e decreti in tema di contenimento Coronavirus. E’ quanto è stato concordato durante il tavolo del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica riunito in Prefettura.

La pattuglia serale della Polizia locale di Biella, in servizio dalle 20 alle 2 del mattino, concentrerà il servizio con apposite verifiche in tema di rispetto delle normative anti-Covid, con particolare attenzione nelle zone della movida. L’obiettivo è quello di evitare la nascita di assembramenti e di controllare il corretto utilizzo delle mascherine anche all’aperto.

Il sindaco Claudio Corradino rivolge un appello, rivolto in particolare ai più giovani: “Come ho già avuto occasione di sottolineare negli scorsi giorni non abbiamo intenzione di prevedere zone rosse o la chiusura di strade o piazze, ma ci aspettiamo da parte di tutti un atteggiamento di responsabilità e consapevolezza. Mi rivolgo in particolare ai più giovani, perché ho verificato personalmente durante gli scorsi fine settimana una scarsa attenzione sul tema: evitiamo comportamenti irresponsabili, perché a rischio non c’è solo la vostra salute ma anche quella dei vostri cari e in particolare dei vostri nonni. Uscite, divertitevi, ma consapevoli del momento che stiamo attraversando: utilizzate la mascherina, manteniamo le distanze di sicurezza ed evitiamo assembramenti”.

Aggiunge il vicesindaco e assessore alla Sicurezza Giacomo Moscarola: “Avvisiamo con largo anticipo che saranno effettuati dei controlli mirati, per monitorare la situazione specialmente nei luoghi della movida, come in Riva e in piazza Duomo. Un comportamento responsabile contribuirà a evitare di dover assumere provvedimenti più restringenti. Chiediamo senso di responsabilità anche agli esercizi pubblici, meglio sacrificarsi oggi e rinunciare a un paio di tavoli per garantire il distanziamento piuttosto che giungere di nuovo al punto di dover assumere provvedimenti penalizzanti”.

Per il momento nessuna chiusura di strade e piazze: “Come ho già spiegato chiudere piazza Duomo piuttosto che via Italia – ribadisce il sindaco Claudio Corradino -, non è la soluzione, sposterebbe solo altrove il problema. Con questa azione il governo ha semplicemente scaricato la responsabilità sui sindaci per non doversi giustificare con l’opinione pubblica. Siamo dalla parte dei cittadini e di tutte quelle categorie già pesantemente penalizzate in chiave economica da questa pandemia, ma è doveroso un appello di richiamo al senso di responsabilità”.

© riproduzione riservata